ISPICA (RG): MORTA ASFISSIATA DA UN SACCO PER I RIFIUTI

 

 

ISPICA (RG): MORTA ASFISSIATA DA UN SACCO PER I RIFIUTI –

Ispica. Il marito ha trovato il corpo esanime della moglie nella loro abitazione di Ispica nel ragusano. Aveva in testa una sacco di plastica utilizzato per i rifiuti, probabile che sia morta per soffocamento. La vittima, 35 anni, era originaria di Bronte e da anni viveva ad Ispica, dove lavorava in un negozio di frutta e verdura. Il ritrovamento del corpo non ha convinto i carabinieri della locale stazione che non escludono l’ipotesi del suicidio, ma stanno vagliando altre ipotesi. Intanto, la salma resterà in obitorio finchè, non sarà, carabinieri_auto2effettuata l’autopsia dalla quale si potrà risalire alle cause della morte. Tra i tanti dubbi che sollevano gli inquirenti anche il fatto che la vittima non abbia lasciato alcun biglietto per spiegare i motivi dell’eventuale gesto. Intanto, considerato che non ci sarebbero apparenti motivi che giustificherebbero la tragica decisione della donna le indagini continuano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*