Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

DEPUTATO ARS PSI RINVIATO A GIUDIZIO

DEPUTATO ARS PSI RINVIATO A GIUDIZIO

Giovanni Di Giacinto, capogruppo del Partito Socialista Italiano all’ARS è stato accusato di abuso d'ufficio dal tribunale di Termini Imerese mentre ricopriva la carica di Sindaco del Comune di Casteldaccia nel palermitano. Il deputato regionale "Con il mio avvocato ho depositato ulteriori atti a mia discolpa".

Print Friendly, PDF & Email

 

 

DEPUTATO ARS PSI RINVIATO A GIUDIZIO –

Deputato ARS Psi, Giovanni Di Giacinto, capogruppo del suo partito all’Assemblea Regionale Siciliana, è stato rinviato a giudizio per abuso d’ufficio dal Tribunale di Termini Imerese. Di Giacinto in merito alla vicenda che lo ha coinvolto davanti al magistrato puntualizza: “Le ipotesi di reato riguardano il periodo in cui ricoprivo la carica di sindaco del comune di Casteldaccia in ordine a degli sgravi fiscali ottenuti da alcuni cittadini. Il gup ha deciso di_giacinto_giovanni_deputato_arsper il rinvio a giudizio e ora si aprirà la fase processuale nella quale avendo totale fiducia nella giustizia sono certo che proverò la mia innocenza e il mio corretto operare. Oggi stesso nell’udienza davanti al gup con il mio avvocato ho depositato ulteriori atti a mia discolpa”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook