Archiviato in | Calcio, Sport, Sport Brevi

CATANIA PAREGGIA A LECCE 1 – 1

CATANIA PAREGGIA A LECCE 1 – 1

La sfida al vertice termina in parità con un gol per tempo. Il Catania resta a -4 e continua a crederci!

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CATANIA PAREGGIA A LECCE 1 – 1

L’atteso scontro al vertice con il Lecce finisce 1-1 ed il Catania lascia il Salento con un buon punto che mantiene intatte le speranze di recupero del primo posto. A Lecce, i rosso-azzurri passano in vantaggio al 18’ del primo tempo grazie ad un rigore procurato con astuzia da Mazzarani e calciato da “Ciccio” Lodi che freddo spiazza Perucchini. Palla da un lato portiere dall’altra. Il Catania passa in vantaggio e inizia a gestire il match riuscendo a controllare la partita con calma e provando ad imbastire pericolose ripartenze nate dagli errori leccesi in fase di costruzione della manovra.

I giallorossi provano confusamente a rendersi pericolosi, dando la possibilità al Catania, inizialmente intimidito dalla festa del Via del Mare, di prendere le misure e non concedere nulla all’avversario riuscendo a produrre interessanti contropiedi come quelli di Di Grazia e Mazzarani poco prima del quarantesimo minuto. Il Lecce pressa e tiene palla, ma senza riuscire a trovare varchi utili per arrivare al tiro. Diverse le incursioni di Torromino o Mancosu, bravi nel sapersi ritagliare gli spazi, ma per conclusioni imprecise che non hanno mai impensierito la difesa del Catania.

Il primo tempo finisce senza grandi sussulti: con Pisseri mai impegnato ed il Lecce nervoso che rientra negli spogliatoi.

All’inizio della ripresa il canovaccio della partita rimane identico, con il Catania in controllo ed il Lecce, che cerca di farsi spazio tra le linee del centrocampo etneo. Al 57’ l’episodio chiave della partita. Liverani sostituisce Costa Ferreira per Tsonev ed inserisce Di Piazza al posto di Torromino. Sarà proprio il siciliano Di Piazza, ex calciatore delle giovanili del Catania, a concretizzare i sempre più insistenti attacchi giallorossi. Al 66’, infatti, lanciato bene da Riccardi, il ragazzo di Partinico si libera della marcatura di Bogdan e spiazza Pisseri con un tiro che si insacca sul palo più lontano.

Il Catania prova a reagire facendo entrare il neo acquisto Rizzo e Russotto al posto di Mazzarani e Caccavallo, ma resta molto spesso arroccato nel proprio centrocampo aspettando il momento giusto per le ripartenze. La partita però scende di ritmo, consentendo al Lecce di imbastire la manovra con calma e aspettare l’errore da parte del Catania per lanciarsi in pericolosi contropiedi, come con Di Piazza al 77’ e 84’ e Tsonev al 88’. Nel finale, il Catania resiste agli attacchi leccesi, provando a proporsi in avanti, ma con poca convinzione e con la paura di scoprirsi troppo, tutto sommato soddisfatto del risultato.

Da sottolineare la prova di Ciccio Lodi, ancora una volta autentica mente di questa squadra, e capace di riuscire a dare ordine ad un centrocampo che si è dimostrato quasi sempre attento e preciso negli interventi. Ottimo anche l’esordio del neoarrivato Caccavallo messosi in mostra nel primo tempo con diversi inserimenti e recuperi interessanti. In generale, tutta la squadra ha ben figurato, meritando una sufficienza piena in una partita molto dura dal punto di vista ambientale e agonistico.

I rosso-azzurri tornano dunque a casa con un punto che, sebbene non sia servito ad avvicinare la capolista, ha dato al Catania consapevolezza e coraggio per poter lottare fino alla fine per la conquista del primo posto.

 

Formazioni:

LECCE (4-3-1-2):

Formazione: 22 Perucchini; 10 Lepore, 5 Cosenza, 2 Riccardi, 3 Di Matteo; 29 Armellino, 6 Arrigoni (dal 94? Marino), 4 Mancosu; 8 Costa Ferreira (dal 57? Tsonev); 18 Caturano (dal 76? Dubickas), 7 Torromino (dal 57? Di Piazza).

A disposizione: 1 Chironi, 12 Vicino, 14 Megelaitis, 13 Valeri, 34 Legittimo, 25 Gambardella, 23 Ciancio, 30 Persano. All Liverani.

 

CATANIA (4-3-3):

Formazione: 12 Pisseri; 4 Aya, 5 Tedeschi, 26 Bogdan, 15 Marchese; 8 Caccetta, 10 Lodi, 32 Mazzarani (dal 68? Rizzo); 24 Caccavallo (dal 68? Russotto), 11 Curiale (dal 76? Ripa), 23 Di Grazia (dal 76? Semenzato).

 

A disposizione: 22 Martinez, 16 Blondett,21 Esposito, 33 Lovric, 18 Fornito, 17 Bucolo, 19 Manneh. All. Vanigli (Lucarelli squalificato).

 

Marcatori: 18’ Lodi (rig.) – 67’ Di Piazza.

Arbitro: Lorenzo Maggioni (Lecco)

Ammoniti: Aya, Pisseri, Curiale, Cosenza, Di Piazza.

Stadio: Via del Mare, Lecce

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook