Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ULTIMO SALUTO DELLA CITTÀ A NUCCIA E LUDOVICA

ULTIMO SALUTO DELLA CITTÀ A NUCCIA E LUDOVICA

A Gela i funerali di mamma e figlia chiesa gremita e la folla commossa. L’ultimo saluto a Nuccia e Ludovica investite e uccise all'uscita di una pizzeria. L'assassino resta ai domiciliari.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

ULTIMO SALUTO DELLA CITTÀ A NUCCIA E LUDOVICA –

Chiesa gremita di persone a Gela per l’ultimo saluto a Nuccia e Ludovica. Il tempio evangelico “Terra Promessa” del quartiere Settefarine ha ospitato i funerali di Nuccia Vullo e della figlioletta Ludovica Caracappa, 35 e 6 anni, travolte e uccise da una Fiat Panda, lunedì sera, mentre la donna, con la bambina in braccio, attraversava la strada in via Venezia, all’uscita dalla pizzeria dove avevano cenato con parenti e amici. Sul feretro di Ludovica, una sua foto con la mamma e a terra lo zaino con il quale avrebbe dovuto recarsi a scuola per il primo anno delle elementari. Uno striscione posato da un gruppo di ragazze (cugine, compagne di scuola di Giorgia e amiche della giovane parrucchiera scomparsa) le salutava con la frase “Vi ricorderemo sempre così”, insieme come nella foto. Il sindaco Domenico Messinese presente alle esequie ha proclamato il lutto cittadino. Tremendo e inconsolabile il dolore dei familiari, in particolare del marito Luigi (Gigi), operaio, e dell’altra figlia Giorgia, 15 anni, studentessa, stretti attorno alle due bare. Si trova agli arresti domiciliari il conducente dell’auto, un cameriere di 25 anni, incensurato, costituitosi ai carabinieri dopo qualche ora dal sinistro, è accusato di duplice omicidio stradale.

 

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook