Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

TAJANI A CATANIA: “SERVE PIANO MARSHALL PER L’AFRICA”

TAJANI A CATANIA: “SERVE PIANO MARSHALL PER L’AFRICA”

Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani in visita a Catania: «Servono investimenti per bloccare il corridoio libico. Il problema oggi è di qualche migliaio di persone, domani sarà di milioni di migranti».

Print Friendly, PDF & Email

 

 

TAJANI A CATANIA: “SERVE PIANO MARSHALL PER L’AFRICA” –

Sulla vicenda migranti e impegno dell’Unione Europea, il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani si è recato in visita alla Task Force di Frontex a Catania. Erano presenti anche il comandante generale della guardia di finanza generale Giorgio Toschi, il direttore esecutivo di Frontex Fabrice Leggeri e il direttore centrale dell’Immigrazione e della Polizia di Frontiera Prefetto Massimo Bontempi.
Sulla vicenda migranti, Tajani a margine dell’incontro ha sottolineato: «Sono venuto qui per dare la solidarietà del Parlamento Europeo sia a Frontex, che rappresenta l’Unione, e la solidarietà dell’Europa all’Italia e agli altri Paesi che rappresentano la frontiera meridionale dell’Unione europea, frontiera che sta vivendo momenti di particolare difficoltà in Italia e in Spagna perché il problema dell’immigrazione è di portata talmente ampia che non può essere affrontato solo a livello nazionale”. E ancora ha ribadito che: «L’impegno di Frontex dimostra fisicamente ciò che può fare l’Europa. Questo non basta. Bisogna fare molto di più. Bisogna investire in Libia sempre di più, bloccare il corridoio libico così come è stato fatto per il corridoio balcanico. Bisogna lavorare molto di può in Africa. Il problema oggi è di qualche migliaio di persone. Domani sarà di milioni di persone. Dopo l’emergenza – ribadito Tajani – viene la strategia per l’Africa. Intanto noi vogliamo che non ci siano più morti in mare. Per impedire questo bisogna bloccare le partenze dalla Libia. Ma non vogliamo neanche che vi siamo moti nel deserto. Bisogna quindi creare sempre più campi di accoglienza, non pseudo lager, con cibo anche anche per i bambini e le donne, con le adeguate protezioni, e condizioni di vita umane per persone che scappano da diverse difficoltà». Il presidente del Parlamento europeo ha detto che: «Serve un piano Marshall per l’Africa. Serve una vera strategia che può essere soltanto europea, con la partecipazione delle Nazioni Unite, per contribuire alla crescita dell’Africa e impedire che la gente scappi da casa sua». In conclusione Tajani ha detto che: «L’Africa vive una stagione particolare: terrorismo, cambiamento climatico e crescita demografica, siccità, carestie e guerre. Significa che nel 2050 vi saranno due miliardi e mezzo di persone e nel 2100 saranno cinque miliardi. Cosa accadrà nei prossimi anni se non saremo capaci di contribuire a risolve questi problemi?».

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook