Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MANOVALI IN NERO IN UNA DITTA DI AVOLA

MANOVALI IN NERO IN UNA DITTA DI AVOLA

Controlli della Guardia di finanza nei cantieri di Avola, Noto e Pachino. Nel mirino due società riconducibili a due coniugi. I militari hanno elevato multe per oltre 60 mila euro.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

MANOVALI IN NERO IN UNA DITTA DI AVOLA –

Gli agenti della guardia di finanza di Siracusa durante dei controlli finalizzati a individuare il lavoro nero, hanno verificato e scoperto due società edili di Avola che impiegavano personale non in regola. Durante le ispezioni le ditte operavano con numerosi cantieri dislocati nella zona sud della provincia aretusea e in particolare nei comuni di Noto, Avola e Pachino. I controlli della tenenza di Noto hanno permesso di individuare che i lavoratori impiegati dalle due società dei coniugi B. F. e R.S.. Dai tanti faldoni acquisiti che documentavano l’attività dell’impresa e i riscontri effettuati alle banche dati hanno consentito di scoprire irregolarità sulle posizioni di 23 operai completamente “in nero”, impiegati complessivamente per 2.783 giornate, senza la preventiva comunicazione di instaurazione di rapporto di lavoro. La normativa vigente, volta a tutelare i diritti dei lavoratori in quanto sono “parte debole” del rapporto di lavoro, ha permesso di elevare sanzioni per oltre 60.000 euro complessivi. L’operazione era iniziata a febbraio e protratta per ulteriori sei mesi ha permesso di appurare gli effetti distorsivi che il fenomeno crea, ostacolando la normale concorrenza fra imprese e danneggiando i lavoratori. Inoltre ha focalizzato un metodo operativo trasversale volto a colpire tutte le manifestazioni di illegalità connesse, quali l’evasione contributiva e le frodi in danno del sistema previdenziale.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook