Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

COMMERCIANTE UCCISO A FUCILATE

COMMERCIANTE UCCISO A FUCILATE

Filippo Marchì commerciante di auto è stato assassinato con più colpi sparati da almeno un fucile a canne mozze mentre lavava la vettura. Nel 2001 era stato assolto da un'accusa di omicidio. Nel 1995 era sfuggito a un agguato, 10 anni fa era stato assolto da un'accusa di omicidio

Print Friendly, PDF & Email

 

 

COMMERCIANTE UCCISO A FUCILATE –

Il fatto è successo a Barrafranca comune in provincia di Enna. Un commerciante di auto usate, Filippo Marchì, 48 anni, sposato e padre di due figlie è stato ucciso diversi colpi di arma da fuoco e finito con una scarica di pallettoni al volto nella campagna di sua proprietà, a Barrafranca. E’ stato assassinato mentre lavava l’auto, sarebbe stato raggiunto da una o più rose di pallettoni sparati da almeno un fucile a canne mozze. Dieci anni fa era stato definitivamente assolto da un’accusa di omicidio. La moglie e la figlia dopo aver sentito gli spari hanno dato l’allarme. Sul luogo del delitto sono intervenuti i sanitari e i carabinieri che ne hanno constatato il decesso. Abitava con la famiglia sulla strada provinciale che collega Enna a Barrafranca.
Marchì nel 2001 fu accusato di avere ucciso un imprenditore del settore movimento terra a Barrafranca il cui cadavere fu trovato in auto sulla strada provinciale Enna-Barrafranca. Marchì dopo l’assoluzione in primo e secondo grado, non impugnata dalla Procura, aveva avviato un procedimento per ingiusta detenzione e chiesto un risarcimento al ministero della Giustizia di oltre mezzo milione di euro. Il delitto di cui fu accusato nel 2001 è rimasto irrisolto.
Inoltre 22 anni fa era sfuggito a un agguato, rimanendo illeso il 21 luglio del 1995 quando i sicari, gli tesero un agguato sparando colpi di pistola e fucile contro l’auto sulla quale viaggiava con la moglie, in un tratto di strada vicino a Barrafranca. La donna fu colpita e ferita gravemente.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook