Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO, PACCO SOSPETTO IN AUTO SCATTA L’ALLARME BOMBA

PALERMO, PACCO SOSPETTO IN AUTO SCATTA L’ALLARME BOMBA

Allarme bomba nei pressi della Banca d'Italia. I carabinieri subito intervenuti non hanno trovato nulla di pericoloso all’interno dell’auto. Fermano comunque un uomo. Il proprietario della vettura guardava video dell'Isis.

Print Friendly, PDF & Email

 

PALERMO, PACCO SOSPETTO IN AUTO SCATTA L’ALLARME BOMBA –

Allarme bomba a Palermo in via Cavour nei pressi della Banca d’Italia. Alcuni passanti hanno notato un pacco sospetto all’interno di una Fiat Uno parcheggiata. Il personale della polizia locale ha transennato il tratto di strada tra via Ruggero Settimo e via Cavour, che si trova a ridosso dell’isola pedonale, all’altezza della Banca D’Italia. Dopo aver messo in sicurezza il sito, sono intervenuti gli artificieri dei carabinieri, che hanno controllato l’involucro, ma il pacco non conteneva nulla di pericoloso.
La vettura è stata comunque sequestrata. Il proprietario, rintracciato grazie alle testimonianze di abitanti della zona che lo conoscevano, stava guardando su un tablet alcuni filmati che inneggiavano all’Isis. I carabinieri l’hanno portato in caserma per interrogarlo.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook