Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

AUTO IN RETROMARCIA, UCCIDE LA FIGLIOLETTA

AUTO IN RETROMARCIA, UCCIDE LA FIGLIOLETTA

La bimba appena 18 mesi è stata investita dal padre mentre faceva retromarcia. Il genitore è indagato per omicidio colposo.

 

 

AUTO IN RETROMARCIA, UCCIDE LA FIGLIOLETTA –

Una bambina di 18 mesi albanese è morta a Mazzarrone (Catania) dopo essere stata travolta con un’auto dal padre mentre faceva retromarcia per entrare in garage. La piccola è morta sul colpo con il cranio schiacciato da una ruota della vettura. Lo scrive stamane il quotidiano “La Sicilia”, aggiungendo che il padre, di 33 anni, è indagato per omicidio colposo. La tragedia è avvenuta mercoledì scorso. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Secondo una prima ricostruzione de militari, la famiglia era appena rientrata a casa e il padre, alla guida di un’Audi A4, dopo aver fatto scendere dalla vettura la moglie e le figlie, la maggiore, di 4 anni, e la piccola, stava entrando l’auto in garage.
A questo punto la piccola sarebbe sfuggita al controllo della madre e si sarebbe spostata verso in garage mentre il padre stava effettuando la manovra. Dopo l’impatto l’uomo, in preda al panico, ha trasportato la figlia nella Guardia Medica nella speranza che fosse ancora viva ma la figlia era già morta. L’uomo ha raccontato che, per una tragica fatalità quella sera, le luci al neon del garageambulanza_4 non funzionavano e che per questo motivo la manovra era stata effettuata al buio. Le indagini sono condotte dai militari della stazione di Mazzarrone e sono coordinate dalla compagnia di Caltagirone. La salma della bambina è stata posta sotto sequestro della magistratura. L’ispezione cadaverica sarà effettuata dal medico legale Maria Berlich. (ANSA).

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook