Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CONTROLLI DI POLIZIA A CATANIA, MULTATA PASTICCERIA

CONTROLLI DI POLIZIA A CATANIA, MULTATA PASTICCERIA

La polizia continua con altri controlli il lavoro di ispezione e accertamento. Nei quartieri di Catania, Borgo e Ognina sono stati sequestrati 50 kg di alimenti fuorilegge in via Petrella. Sempre nel capoluogo etneo sono state elevate multe ai titolari di due chioschi.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CONTROLLI DI POLIZIA A CATANIA, MULTATA PASTICCERIA –

Continua il lavoro delle forze dell’ordine per il controllo dell’igiene e il rispetto della legge in materia di sanità e igiene, la polizia di Catania ha effettuato altri controlli nella zona Borgo-Ognina: altri 6 esercizi commerciali nel mirino degli agenti. Il laboratorio di pasticceria fresca e tavola calda di Salvatore Mannino, in via Petrella, è stato visitato dagli agenti, i quali hanno sequestrati 50 chili di alimenti e semilavorati di pasticceria per arbitrario congelamento e interruzione della “catena del freddo”. I titolari sono stati denunciati in stato di libertà. Contestato anche il mancato aggiornamento delle attrezzature e dei locali e la mancata esibizione di attestati alimentaristi (multa da 2.000 euro). Inoltre sono stati identificati 8 lavoratori che non hanno esibito alcuna documentazione al momento del controllo e considerato che 6 hanno dichiarato di essere in prova da pochi giorni per i quali è stato interessato l’ufficio competente dell’Inps per i dovuti accertamenti. E ancora è stata accertata la presenza di un sistema di videosorveglianza con telecamere puntate verso i locali, incluso il laboratorio dove lavorano i dipendenti, il tutto senza l’esposizione dell’apposito cartello informativo e senza il rispetto deicontrolli_alimentari_polizia dovuti adempimenti.
Nell’ambito della stessa operazione sono state denunciate diverse persone per furto di energia elettrica: una di loro si trovava agli arresti domiciliari. Sono stati controllati i chioschi di piazza Santa Maria di Ognina e piazza Santa Maria della Guardia e in entrambi i casi è stata accertata l’occupazione abusiva del suolo pubblico.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook