Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

STRAGE CAPACI:#PALERMOCHIAMAITALIA

STRAGE CAPACI:#PALERMOCHIAMAITALIA

Sono otto le piazze d’Italia collegate con Palermo. Per la giornata della memoria sarà presente il ministro Alfano e tantissimi studenti e pezzi sani della società civile. Il ricordo dell’attentato a Falcone è sempre vivo. Previste manifestazioni in tutta la Sicilia.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

STRAGE CAPACI: #PALERMOCHIAMAITALIA –

Strage Capaci. Per il ventiquattresimo anniversario della strage di Capaci si è alzato un grande coro contro Cosa Nostra e il rispetto per la legalità. Le voci provengono da cinquantamila studenti che sono arrivati a Palermo con la nave della legalità da tutta Italia.  Il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini: “Sarà una giornata importantissima, pensiamo che il ricordo sia il primo passo nella lotta contro la mafia”.
La maggior parte degli eventi per ricordare Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo e gli agenti delle loro scorte si svolgeranno nel capoluogo siciliano. Ma le iniziative, organizzate dalla Fondazione “Giovanni e Francesca Falcone”, con la direzione generale per lo studente del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, si estenderanno anche in altre otto città italiane come: Milano, Gattatico (Reggio Emilia), Firenze, Napoli, Roma, Pescara, Bari, Barile (Potenza). Il titolo delle cerimonie previste ha uno slogan: “Palermo chiama e l’Italia risponde”. Alle manifestazioni saranno presenti, oltre al ministro Giannini, il presidente del Senato Pietro Grasso, i ministri della Giustizia, Andrea Orlando, dell’Interno, Angelino Alfano, il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone, il presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi, il procuratore Nazionale Antimafia, Franco Roberti e il presidente della Fondazione “Giovanni e STRAGE_CAPACIjpgFrancesca Falcone”, Maria Falcone.
Le piazze della legalità saranno collegate con l’aula bunker del carcere Ucciardone, sarà gremita da 800 studenti e già dalle ore 9.45 Rai Uno sarà in onda per trasmettere la diretta.
Il ministro Giannini evidenzia che: “Con la Buona Scuola abbiamo rafforzato il nostro impegno per la diffusione nelle classi della cultura della legalità e della cittadinanza attiva. Nel 2015, in occasione del 23 maggio, abbiamo siglato a Palermo un accordo con il Consiglio Superiore della Magistratura che ha dato vita ad un anno intenso di lavoro nelle scuole che culminerà con la grande manifestazione di quest’anno”.
Maria Falcone ricorda che: “I percorsi di cittadinanza attiva che svolgono gli studenti di tutta Italia sono possibili, grazie al supporto del Miur ma anche grazie all’impegno di tante realtà associative e di volontariato sociale diffuse in tutto il Paese e che quotidianamente lavorano con le scuole per divulgare una cultura civile della consapevolezza di contrasto ai fenomeni mafiosi”.
Questa mattina, il rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari, in rappresentanza della conferenza dei rettori delle Università Italiane (Crui), firmerà con il ministro Giannini un protocollo d’intesa promosso dalla Fondazione Falcone e dal Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari per la promozione di percorsi di sensibilizzazione sulla cultura della memoria, dell’impegno e della legalità.
Nel resto della Sicilia sono previste altre iniziative nelle città siciliane come: Trapani, Partinico, Paternò, Catania, Capaci, Carini, Ficarazzi, Bagheria, Terrasini, Trabia, Misilmeri, Corleone, Piana degli Albanesi. Ma anche sulle piattaforme social sarà possibile seguire la manifestazione “Palermo chiama Italia”, sui profili @MiurSocial e @23maggioItalia. Gli hashtag della manifestazione saranno #23maggio e #PalermoChiamaItalia. Foto e momenti salienti degli eventi saranno raccontati su Facebook attraverso gli account Miur Social e Palermo Chiama Italia. Inoltre, un’app della manifestazione è stata realizzata dagli studenti dell’Istituto “Europa” di Pomigliano d’Arco (Napoli), attraverso la quale sarà possibile essere informati e aggiornati su tutte le iniziative e seguire la manifestazione di Palermo in streaming, mentre Voicebookradio.com, la webradio gestita dagli studenti del Liceo “Kennedy” di Roma, seguirà tutto in diretta.
Nei social Twitter, YouTube e Facebook sono previsti circa 60 mila contatti e sul profilo del Miur sarà trasmessa, dalle 16, la diretta del corteo che partirà dall’aula bunker per arrivare sotto casa del giudice Falcone. Gli studenti dell’istituto “Rossellini” di Roma permetteranno di seguire i momenti precedenti alla giornata sul canale YouTube Palermo chiama Italia.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook