Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: EVADE ERGASTOLANO ALBANESE, È SUBITO CACCIA ALL’UOMO

PALERMO: EVADE ERGASTOLANO ALBANESE, È SUBITO CACCIA ALL’UOMO

Continua la caccia all'albanese di 36 anni evaso dal carcere Pagliarelli di Palermo durante l'ora d'aria consentita. Il sindacato di polizia denuncia la mancanza dall’organico di 150 agenti. Intanto le indagini sono state affidate al pubblico ministero Caterina Malagoli.

Print Friendly, PDF & Email

Palermo. Continua la caccia all’erga all’albanese di 36 anni che ieri alle 14.30 durante l’ora d’aria con un lenzuolo è riuscito a fuggire dal carcere dei Pagliarelli. Nonostante la caccia all’uomo da parte delle forze di polizia e carabinieri e i numerosi posti di blocco l’ergastolano ancora non si trova. Si chiama Valentin Frokkaj era stato condannato per avere ucciso nel 2007 a coltellate un connazionale, Elton Llhao. L’omicidio era avvenuto a Brescia. A febbraio del 2013 Frokkaj era stato rinchiuso nel carcere di Parma. Un carcere di massima sicurezza che ospita i boss della mafia palermitana. Quella volta riuscì a segare le sbarre della cella e si calò anche allora con delle lenzuola. La sua fuga finì sette mesi dopo in un paesino dell’hinterland milanese. Da qui il trasferimento a Palermo, avvenuto in agosto. Il complesso i Pagliarelli sono considerati una delle carceri più sicure in Italia e nonostante ciò, Frokkaj ieri è riuscito a eludere la stretta vigilanza della guardie carcerarie ed è riuscito a evadere. Secondo una prima ricostruzione il pregiudicato si è arrampicato sul tetto della zona di passeggio e i è lanciato da un’altezza di tre metri e mezzo. Ha superato un primo cancello. Poi il muro di cinta alto sette metri. Al termine della sua corsa ha superato anche la cancellata gialla, dove si è ferito e ha lasciato il lenzuolo che gli è servito superare gli ostacoli. L’uomo era stato condannato all’ergastolo per l’omicidio di un suo connazionale albanese consumato il 23 luglio 2007 a Brescia, Elton Llaho. Secondo la ricostruzione all’origine del delitto vi fu una lite tra alcuni albanesi che si sarebbero poi ritrovati casualmente in un bar di Brescia e lì si sarebbero presi a botte. Il giorno successivo Elton Llhao e un connazionale incontrarono Frokkaj e il suo amico Ndreu Ded, e vennero entrambi feriti gravemente. Llhao morì, nei giorni successivi, l’altro sopravvisse. L’inchiesta sulla fuga è affidata al pubblico ministero Caterina Malagoli. A discolpa i rappresentati del sindacato di polizia penitenziaria Osapp denunciano una carenza di organico di circa 150 uomini.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook