Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: BLITZ DEI CARABINIERI, SMANTELLATO MARKET DELLA DROGA. I NOMI DEGLI ARRESTATI

CATANIA: BLITZ DEI CARABINIERI, SMANTELLATO MARKET DELLA DROGA. I NOMI DEGLI ARRESTATI

Blitz dei carabinieri di Catania nella zona di San Giovanni Galermo, 26 fermi. L'organizzazione che era a conduzione familiare incrementava un giro di affari pari a 15 mila euro al giorno. Gli spacciatori consegnavano la merce semplicemente affacciandosi dai balconi di casa. In manette è finita l’intera famiglia che reggeva l’organizzazione: padre, madre e figlio. L'operazione Camaleonte è iniziata nella notte. Il centro dello spaccio era il civico 33 di Via Capo Passero. I nomi che occupavano i vertici della banda sono: Graziella Fiamingo, Giovanni Ventarolo e del figlio Giuseppe. Tra i pusher beccate anche 5 donne

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Blitz dei Carabinieri in via Capo Passero a San Giovanni Galermo quartiere periferico della città etnea. La maxi operazione è stata coordinata dalla Dda della Procura di Catania, alla quale hanno preso parte oltre 200 militari dell’Arma dei carabinieri di Catania. Era un’azienda del malaffare a conduzione familiare infatti a organizzare e gestire la vendita di sostanze stupefacenti erano padre, madre e figlio, per un giro d’affari che fatturava circa 15 mila euro al giorno. A smantellare l’associazione a delinquere una vasta operazione dei carabinieri del comando provinciale che ha eseguito un’ordinanza cautelare nei confronti di 26 indagati. Altre 5 le donne arrestate incaricate alla custodia della droga. L’operazione, denominata Camaleonte, è stata coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura di Catania. In una nota la comunicazione che: “Dalle prime luci dell’alba circa 200 carabinieri del comando provinciale di Catania stanno eseguendo nel capoluogo etneo un provvedimento restrittivo, emesso dal Gip del Tribunale di Catania su richiesta della locale Dda, nei confronti di 26 indagati tutti inseriti in un’articolata associazione finalizzata allo spaccio di cocaina e marijuana promossa e organizzata da padre, madre e figlio per il rifornimento di un’intera piazza di spaccio che fruttava circa 15 mila euro al giorno. Altre 5 le donne arrestate incaricate alla custodia dello stupefacente”.

La Compagnia Catania Fontanarossa ha svolto le indagini, e hanno avuto come obiettivo il quartiere di San Giovanni Galermo, in particolare il numero civico 33 di Via Capo Passero, nota come una delle zone di maggiore degrado dell’area urbana catanese, dove lo scorso 14 gennaio furono arrestate 50 persone. Sempre la nota spiega che: “L’attività d’indagine, protrattasi nel periodo dal febbraio al luglio 2013, ha consentito di accertare il coinvolgimento di 33 soggetti in un’articolata associazione, dedita in maniera abituale alla gestione di una redditizia attività di traffico e vendita di cocaina e marijuana. Infatti, i proventi dell’attività di spaccio sono stati quantificati in circa 10/15 mila euro al giorno. Nel corso dell’indagine, supportata da attività tecniche video, telefoniche ed ambientali, sono stati effettuati anche 25 arresti in flagranza di reato ed il sequestro di 3,2 chili di marijuana e 58 grammi di cocaina. Nota di assoluto rilievo emersa nel corso dell’attività, è stata la piena partecipazione, con ruoli di spicco, delle donne abitanti nel civico interessato dalla piazza di spaccio, le quali, incaricate della custodia dello stupefacente, a seguito di gesti convenzionali da parte del pusher di turno, gettavano la dose di droga dai balconi delle loro abitazioni. Sono state anche sequestrate, in esecuzione del provvedimento emesso dal gip, due autovetture in uso agli indagati, utilizzate per compiere le attività di trasporto e di custodia della droga”.

I nomi degli arrestati.

Persone tradotte in carcere: Dario Barbato, classe 1993; Giuseppe Ventaloro, cl.1985; Giovanni Ventaloro, cl.1967; Massimiliano Di Franca, cl.1989; Graziella Fiamingo, cl.1968; Raffaele Fichera, cl.1992; Carmela Leone, cl.1969; Francesco Mugheddu, cl.1990; Ivan Carmelo Nicolosi, cl.1987; Vincenzo Dario Oratore, cl.1988; Giovanbattista Pace, cl.1982; Pasqualino Ranno, cl.1972; Lorenzo Russo, cl.1970; Giovanni Ivan Sangiorgio, cl.1991; Giuseppe Tirri, cl.1988; Jonny Stefano Tomaselli, cl.1991;

Persone fermate ai domiciliari: Daniela Abramo, classe 1977; Sarah Ait Oufkir, cl.1994; Alessandra Barbato, cl.1987; Gennaro Laguzza, cl. 1994; Salvatore Pezzino, cl.1993; Rosaria Ventaloro, cl. 1981; Andrea Spina, cl.1993; Altri due soggetti obbligati alla presentazione alla Polizia Giudiziaria.

 

Gli arrestati dell'operazione dei Carabinieri denominata - Camaleonte

Gli arrestati dell’operazione dei Carabinieri denominata – Camaleonte

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook