Archiviato in | Politica, Politica Regionale

REGIONE SICILIANA CON CATANIA PER LO SVILUPPO DELLA CITTA’

REGIONE SICILIANA CON CATANIA PER LO SVILUPPO DELLA CITTA’

“Riunione della giunta regionale a Palazzo degli Elefanti. Per la ripresa di Catania, il presidente Crocetta a sostegno della città e degli amministratori cittadini: "È intendimento della Regione favorire fortemente lo sviluppo di Catania e persino contribuire ad accelerarlo in una fase difficile, con i conti un po' pesantucci al Comune”

Print Friendly, PDF & Email

Regione Siciliana. La giunta regionale riunita a Catania per incontrare l’esecutivo del sindaco Enzo Bianco.  L’incontro è iniziato con qualche ora di ritardo a Palazzo degli Elefanti.  Il Presidente Crocetta è arrivato al Municipio intorno a mezzogiorno, poco prima della conferenza stampa convocata per le 12,30. il presidente della Regione Siciliana parlando con i giornalisti prima di cominciare la riunione congiunta per discutere dei problemi della città ha rilasciato una dichiarazione in merito al tema dell’incontro: “È intendimento della Regione favorire fortemente lo sviluppo di Catania e persino contribuire ad accelerarlo in una fase difficile, con i conti un po’ pesantucci al Comune. Io ritengo che la questione più importante sia cominciare a lanciare idee di sviluppo”. E ancora ha aggiunto: “Un’altra questione importante è quella legata al sostegno immediato alle situazioni di disagio e di povertà e di avviare aiuti per le imprese e quindi lavori che possono significare non solo attività per le imprese ma possibilità di occupazione concreta”. Inoltre: “Stiamo lavorando per risanare il bilancio della Regione, che è una azione prioritaria e lo stiamo facendo senza colpire i poveri e mettendo in campo una azione di sostegno sociale forte. Certo è che non è facile – il disastro che si e prodotto di anno in anno non si può cancellare in un giorno. Intensificheremo l’azione di risanamento”.

Poi riguardo al suo movimento ha detto: “Il Megafono è già stato sdoganato fuori dalla Sicilia. Già in Toscana vi sono consiglieri comunali e regionali. Si stanno creando i circoli – ha proseguito Crocetta – e c’è tanta gente che stà aderendo al Megafono, come a Roma, Torino, Milano, Bergamo, Brescia, e noi vogliamo lavorare per tutto questo perchè riteniamo che bisogna superare la logica correntizia che ha in qualche modo bloccato la democrazia interna del Pd. Del resto stiamo dimostrando che il ruolo del Megafono ha consentito a diversi esponenti del centrosinistra di vincere le elezioni, rafforzando anche lo stesso Pd. Il Megafono sarà una forza leale con il sindaco di Catania, una forza che inciderà fortemente sull’autonomia del sindaco, del quale sosterremo fortemente le scelte”.

Sul tavolo anche altri progetti come il trasferimento dell’ospedale Vittorio Emanuele nel nuovo plesso San Marco e la trasformazione dell’immobile che si dismetterà in un campus universitario euro-mediterraneo con la creazione di una Conferenza permanente dei Direttori Generali della Aziende ospedaliere. E ancora la realizzazione di impianti fotovoltaici nelle scuole e il completamento del depuratore consortile di Catania. Affrontati anche i temi legati alla Protezione civile e prevenzione del rischio sismico, alla valorizzazione delle coste e alle ipotesi di gestione privata del demanio marittimo. Uno dei temi più importanti sul tappeto sarà il turismo, con la promozione dei siti Unesco: Etna e barocco.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook