Archiviato in | Politica, Politica Regionale

MESSINA: COMUNE SUL FILO DEL DISSESTO FINANZIARIO

MESSINA: COMUNE SUL FILO DEL DISSESTO FINANZIARIO

“Il commissario straordinario del comune Croce ha inviato una nota al collegio dei revisori dei conti sollecitando una relazione sulla situazione economico-finanziaria del Comune”

Print Friendly, PDF & Email

Messina. Si avvicina sempre più l’ombra del dissesto finanziario nel Comune di Messina. I prossimi 9 e 10 giugno nel capoluogo peloritano si svolgeranno le elezioni amministrative ed è quasi certo che il nuovo sindaco come prima decisione dovrà scegliere se dichiarare o meno il dissesto sempre che lo stesso non venga comunicato prima. Il commissario straordinario del comune Luigi Croce ha inviato una nota al Collegio dei revisori dei conti, con la quale sollecita una relazione sulla situazione economico-finanziaria del Comune e sulla sussistenza o meno dei presupposti previsti dagli articoli del Testo unico degli  enti locali per poter dichiarare il dissesto finanziario.  il Commissario Croce nei giorni scorsi aveva già fatto trapelare che il dissesto finanziario era ormai in itinere dopo la bocciatura del contratto di servizio Comune-Amam e in una lettera indirizzata alla Corte dei Conti e alla commissione per la stabilità finanziaria degli Enti locali, nella quale si evidenziava: “Con riferimento al piano di riequilibrio finanziario 2013-2022, si porta a conoscenza che il consiglio comunale, nella seduta del 14 maggio 2013, non ha approvato la proposta avente per oggetto ‘Amam contratto di servizio’ che, tra l’altro, prevedeva un riferimento di risorse a favore di questo comune pari a 145 milioni di euro nel decennio. Su tale entrata, inserita alla misura 8 del piano di riequilibrio finanziario era fondato, in parte rilevante, l’intero piano. Tanto si comunica per doverosa ed opportuna conoscenza”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook