Coronavirus in Sicilia, 730 contagi e 11 morti

In Sicilia nessun ulteriore ingresso in terapia intensiva. 8.000 tamponi, soltanto cinque i ricoveri in più. Il dettaglio per provincia. Aumentano ancora i contagi in Italia

Coronavirus in Sicilia, 730 contagi e 11 morti. scende il numero dei nuovi contagi, soprattutto a Palermo, ma le vittime restano.

Coronavirus in Sicilia, 730 contagi e 11 morti

Coronavirus in Sicilia, 730 contagi e 11 morti. Questo il bilancio dell’emergenza coronavirus in Sicilia nelle ultime 24 ore.

Ieri i contagi in più erano stati 796. Aumentano i tamponi, circa 8.000 (+600) e scende al 9% (ieri era il 10%) la percentuale dei postivi rispetto ai test.

Vi è un dato fortemente incoraggiante: rimane uguale il numero delle persone in terapia intensiva, 89.

E sono soltanto 5 le persone ricoverate negli ospedali in Sicilia, un dato ritenuto confortante dall’assessorato alla Salute. Tanti i guariti, 123.

Ecco la distribuzione dei nuovi contagiati per provincia:

204 a Palermo (ieri 351), 188 a Catania, 117 a Ragusa, 77 a Trapani, 74 a Messina, 26 ad Agrigento, 26 a Caltanissetta, 11 a Siracusa, 7 a Enna.

Coronavirus in Sicilia, 730 contagi e 11 morti

Divieto di stazionamento in strada a Palermo.

Scattano stasera dalle 21 le restrizioni decise dal sindaco del capoluogo siciliano Leoluca Orlando.

Un’ordinanza stabilisce il divieto di stazionamento per le persone.

Quindi dalle 21 e fino alle 5 del giorno successivo, venerdì, sabato e domenica,

in varie zone della città soprattutto al centro, nelle zone della movida e dei locali, e nel centro storico,

non si potrà quindi stazionare davanti a pub e ristoranti lungo le strade per evitare assembramenti e possibilità di contagi.

Per i trasgressori è prevista una multa che va da 400 a mille euro.

Impennata di positivi in Italia.

Continuano a salire i contagi per Covid-19 nel Paese.

Secondo il bollettino del ministero della Salute l’incremento nelle ultime 24 ore è di 19.143, individuati.

Coronavirus in Sicilia, 730 contagi e 11 morti

I tamponi effettuati sono 182.032, il numero più alto dall’inizio dell’emergenza. Il totale dei contagiati, comprese vittime e guariti, sale a 484.869.

In calo invece l’incremento delle vittime, 91 in un giorno (ieri erano 136) che portano il totale a oltre 37mila (37.059).

Si conferma ancora una volta la Lombardia regione che fa registrare l’incremento più alto, 4.916 nuovi casi in 24 ore, seguita da Campania (2.280);

Piemonte (2.032), Veneto (1.550), Lazio (1.389) e Toscana (1.290). Queste sei regioni hanno complessivamente il 70% dei nuovi casi in Italia.

Ancora in crescita il rapporto tra contagiati e tamponi effettuati: dal 9,4% di ieri è salito sopra il 10%.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*