Covid-19, governo orientato verso restrizioni

Sul tavolo le nuove misure da adottare per frenare la nuova ondata del Covid-19

Covid-19, governo orientato verso restrizioni. Vertice in corso tra governo e Regioni. Restrizioni su base nazionale ed estensione anche a didattica a distanza.

Covid-19, governo orientato verso restrizioni

Covid-19, governo orientato verso restrizioni. Continua il vertice tra il governo e le Regioni per tentare di trovare una linea comune.

Sul tavolo le nuove misure da adottare per frenare la nuova ondata del Covid-19.

La riunione si svolge in videoconferenza, convocata dal ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia.

Oltre ai presidenti di Regione e al presidente dell’Anci Antonio Decaro, sono presenti il commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri,

e il direttore delle emergenze del Dipartimento della Protezione Civile Luigi D’Angelo.

Il Dpcm prevederà, a quanto si apprende, una chiusura nazionale alle ore 21.

E’ quanto sarebbe stato deciso stamattina nella riunione a cui ha partecipato il premier Giuseppe Conte con i capidelegazione.

Covid-19, governo orientato verso restrizioni

La sottosegretaria al ministero del Lavoro, Francesca Puglisi parlandone in una intervista a Sky TG24.

Dice la sottosegretaria:

«Gli interventi saranno uniformi, poi, come scritto nel precedente Dpcm, nella propria autonomia ciascun ente locale può prevedere anche restrizioni ulteriori».

Aggiunge la Puglisi:

«Le restrizioni saranno nazionali, poi magari c’è anche la volontà di fare una distinzione tra quelle regioni che hanno già superato l’Rt 2 da quelle che hanno indici più bassi».

«Ma le misure saranno nazionali, come per esempio il coprifuoco alle 21 per tutto il territorio nazionale».

In conclusione la sottosegretaria conclude:

«Purtroppo dobbiamo sacrificare la didattica in presenza, modificandola in didattica a distanza, per tutte le scuole di secondo grado e si sta discutendo in queste ore se farlo anche per la terza media».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*