Pagliara: “Proposta, gesto d’amore” – Intervista video

Pagliara afferma: "Impegno economico di circa 55 milioni di euro, investimento imponente per la serie di cui parliamo".

Pagliara: "Proposta, gesto d'amore" - intervista video. Ai microfoni di InformaSicilia.it Fabio Pagliara, presidente della S.I.G.I. Spa, ha approfondito lo scenario inerente all'offerta formalizzata ieri dalla società Spa. All'interno dell'offerta sia il club etneo che Torre Del Grifo al fine di un rilancio finanziario.

Pagliara: “Proposta, gesto d’amore” – Intervista video

Pagliara: “Proposta, gesto d’amore” – intervista video. Mentre prosegue la trattativa tra il Calcio Catania e la S.I.G.I. Spa, si attende il verdetto del Tribunale di Catania.

Infatti, nella giornata di ieri, si è tenuta in via telematica l’udienza relativa all’azzeramento del CdA del club etneo con la conseguente sostituzione degli amministratori giudiziari.

Parallelamente nella stessa giornata la S.I.G.I. Spa ha comunicato la formalizzazione dell’offerta per rilevare la società di via Magenta pari a un milione di euro.

In data odierna ai microfoni di InformaSicilia è intervenuto Fabio Pagliara, presidente della Sport Investiment Group Italia nonchè Segretario FIDAL.

Secondo lo stesso, la cifra dell’offerta formalizzata ieri sarebbe coerente con l’innalzamento della situazione debitoria in casa Catania.

Si tratterebbe non solo di un impegno finanziario considerevole ma anche (e soprattutto) di un “gesto d’amore” verso la storia del club catanese e della provincia etnea,

gesto d’amore che considererebbe in particolar modo le potenzialità legate al profilo sportivo di grande rilevanza della città di Catania.

Stando alle dichiarazioni di Pagliara, i dettagli sul prossimo risultato del Tribunale andrebbe a velocizzare i tempi della negoziazione permettendo così ulteriore lucidità.

Un elemento da non sottovalutare è Torre del Grifo, centro sportivo sotto i riflettori sia per l’elevata portata economica,

sia per un’eventuale scioglimento dal pacchetto in vendita da parte del patron Pulvirenti, stando alle ultime indiscrezioni.

Ciononostante, Fabio Pagliara non escluderebbe una valutazione sul merito, fermo restando la conferma dell’interesse nei confronti anche del centro sportivo etneo.

Infine, lo stesso Pagliara avrebbe focalizzato l’attenzione sulla certezza da assumere in vista della trattativa con il club etneo tenendo conto dello scenario post Covid-19,

scenario di stampo imprenditoriale che potrebbe ribaltare le sorti sulle formule del campionato di Serie B e Lega Pro non ancora discusse in via ufficiale.

Queste le parole di Fabio Pagliara ai nostri microfoni:

“Io non parlerei proprio di un ribasso dell’offerta di un milione di euro, nel senso che la situazione debitoria è andata evolvendosi”.

“Io oggi mi concentrerei molto di più sulla base di un impegno economico che il Comitato ritiene di fare nei prossimi anni”.

“Parliamo di un valore di circa 55 milioni di euro, credo che qualsiasi persona in italia riterrebbe un’operazione del genere folle dal punto di vista economico”.

Pagliara: "Proposta, gesto d'amore" - intervista video

Puntualizza Pagliara:

“E’ un investimento imponente per la serie di cui parliamo basato sulla necessità che ci sia solidità dal punto di vista economico finanziario”.

Sul tanto atteso verdetto del Tribunale di Catania:

“Capire e sapere se il Tribunale che nominerà propri commissari o meno è un’accelerazione sulla tempistica e fare chiarezza,

ma a questo punto è una vicenda che non ci riguarda più, che attendiamo con fiducia, pazienza e speranza, poi ciascuno secondo il proprio ruolo deciderà”.

“Dal punto di vista della chiarezza del rapporto, una definizione del Tribunale è uno degli aspetti più decisivi”.

Caratura di Torre del Grifo nella trattativa della S.I.G.I. Spa:

“L’offerta tiene conto dell’acquisizione del centro sportivo e su quella ci concentriamo”.

“Torre del Grifo è un asset molto bello ma anche molto complesso, se d’altronde il mutuo non è stato finora pagato vuol dire che il pareggio di gestione è complicato”.

Prosegue Pagliara:

“Mi auguro che Torre del Grifo sia dentro l’asset previsto, i tempi sono più stretti possibili”.

“Per programmare una stagione così complessa, delicata e negli anni così onerosa è evidente che ci vuole un po’ di tempo”.

E conclude:

“In una situazione così complessa è chiaro che prima uno si assume le responsabilità e certamente meglio è.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*