SANT’AGATA, INIZIA LA FESTA

l’uscita del fercolo dalla cattedrale

Sant'Agata, inizia la festa. La messa dell'Aurora in cattedrale e l'uscita del busto con le reliquie dalla "cameretta": comincia la processione per le vie della città. Oggi il giro esterno. Il pranzo per i poveri a San Nicola l'Arena.

SANT’AGATA, INIZIA LA FESTA

Sant’Agata, inizia la festa. La messa dell’Aurora, che annuncia l’uscita di sant’Agata dalla sua stanzetta, è segnata da un’attesa unica che solo i catanesi riescono a percepire fino in fondo, nonostante le preoccupazioni della crisi e il dissesto che ha colpito l’amministrazione comunale e di conseguenza tutti i cittadini.

Così come si verifica da sempre, stamane, i devoti riabbracciano come ogni anno la patrona della Città. Ad accogliere Sant’Agata tantissimi fedeli e curiosi all’interno di una Cattedrale divisa in settori per motivi di sicurezza.

Intanto ieri mattina il corteo e il passaggio della carrozza del senato con la prima partecipazione alla festa del Sindaco Salvo Pogliese. Poi nel pomeriggio i fuochi da: «sira ‘o tri”», tantissime persone presenti per il tradizionale spettacolo Sant'Agata, inizia la festapirotecnico di piazza Duomo che hanno gremito gli spazi a loro assegnati.

La calca generata dalle tante persone ha forzato e abbattuto le transenne poste sul varco di via Garibaldi.

E’ partita stamane la processione del fercolo, mentre il meteo annuncia turbolenze per tutte e due le giornate che caratterizzano i festeggiamenti agatini.

Nel calendario di oggi c’è da segnalare l’iniziativa di carità dal titolo: “Un cero in meno, un pasto in più” promossa dall’Oda in collaborazione con la Basilica Cattedrale e la Comunità di sant’Egidio. Si tratta di un pranzo di beneficienza per i più poveri offerto nella chiesa di San Nicola l’Arena che si trova in piazza Dante.

 

IL GIRO ESTERNO DELLA CITTA’

 

Il busto di Sant’Agata con all’interno le reliquie comincia a sfilare per la città con il giro esterno del fercolo. L’inizio della lunga processione comincia da:

piazza Uzeda e attraversa luoghi simbolo come via Dusmet, via Vittorio Emanuele, piazza dei Martiri, via della Libertà, piazza Jolanda, via Umberto, piazza Carlo Alberto, piazza Stesicoro, salita dei Cappuccini, piazza San Domenico, via Plebiscito, piazza Risorgimento, piazza Palestro con i fuochi del Fortino, San Cristoforo, Calata della Marina e infine il rientro al Duomo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*