INCIDENTE SANSOVINO, PRIMI AVVISI DI GARANZIA

 

 

INCIDENTE SANSOVINO, PRIMI AVVISI DI GARANZIA –

La procura ha già emesso i primi avvisi di garanzia. Gli indagati sarebbero almeno cinque e i reati ipotizzati sono: omicidio plurimo colposo e lesioni colpose. Intanto i magistrati di Messina coordinati da Giovannella Scaminaci, hanno costituito un vero e proprio pool per fare chiarezza sull’accaduto. Gli avvisi di garanzia sono stati emessi ieri sera e le notifiche, così come del resto tutta l’inchiesta, sono state eseguite dalla Capiataneria di porto.
Tra gli indagati, il comandante del traghetto Salvatore Virzì, che è ancora ricoverato in ospedale, un altro ufficiale della Sansovino, Fortunato De Falco, l’ad di Caronte&Tourist, Luigi Genchi, Giosuè  Agrillo e Domenico Cicciò, rispettivamente titolare ed ispettore di una società che si occupa di lavori di manutenzione sulle navi. Le testimonianze degli indagati serviranno agli inquirenti anche sansovino_vigili_del_fuocoper una ricostruzione di quanto accaduto, i cosiddetti “accertamenti tecnici non ripetibili“, a cui potranno partecipare i consulenti nominati dagli indagati. Oggi saranno effettuate nel capoluogo peloritano le autopsie sui corpi dei tre marittimi morti nell’incidente a bordo del traghetto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*