La locandiera di Goldoni allo Stabile di Catania

DUETTO 4si

Prosegue estatestabile, la rassegna en plein air promossa e organizzata dal Teatro Stabile di Catania al Cortile Platamone. Il prossimo appuntamento una significativa incursione nel panorama teatrale europeo. Il 25 e 26 luglio andr infatti in scena Duetto, libero adattamento della Locandiera di Carlo Goldoni, su testo e regia di Marcello Scuderi, costumi di SamYa Teboursouki, musica di Paolo Rizzotti, interpreti lo stesso Scuderi insieme a Vittoria Scognamiglio. Linteressante produzione realizzata dalla Compagnia Noved Land, viene proposta in lingua francese con sopratitoli in italiano.

Come rivela lautore-regista nelle note di regia, lo spettacolo propone lincontro tra due opposti desideri in uno spazio-tempo magico, una prova teatrale. Da una parte un regista di teatro sicuro di s, che pensa di sapere gi tutto sul testo che sta per mettere in scena, La locandiera, e soprattutto su come deve essere la sua Mirandolina. Dallaltra una famosa attrice di cinema con una grandissima voglia di tornare alla sua prima passione, il teatro. Il desiderio delluna non lascia posto allimmaginazione dellaltro. Malgrado le incomprensioni, cominceranno a provare le scene tra il Cavaliere e Mirandolina e la magia del teatro, la scoperta del talento dellattrice, la finzione del desiderio attraverso le parole di Goldoni, daranno uno sviluppo inatteso alla situazione. La nascita del desiderio nel luogo dove i sogni e i desideri appunto si creano, il Teatro.

Ecco perch Scuderi punta su Goldoni. Il mio obiettivo – sottolinea ancora – di far riscoprire in un contesto contemporaneo lincredibile attualit di un grande classico italiano, e di offrire allo spettatore una visione dei retroscena di uno spettacolo. Far spiare agli spettatori una prova, nella quale un giornale pu per magia diventare un tessuto pregiato. Durante questa prova in apparenza improvvisata i sentimenti dei personaggi si mescoleranno a quelli dei loro interpreti e spesso lo spettatore non sapr pi se Mirandolina a rispondere al Cavaliere o lattrice al regista.

Lo spettacolo anche loccasione per conoscere pi da vicino due artisti italiani da anni attivi oltralpe, dove hanno riscosso grande successo. Marcello Scuderi ha iniziato la carriera prendendo parte come attore a svariati spettacoli ed alcuni film in Italia, diretto da registi come Giuseppe Di Martino, Luca Ronconi, Damiano Damiani, Maurizio Ponzi, Marco Mattolini, Gabriele Lavia, Giorgio Ferrara. Si trasferisce quindi in Francia dove vive da circa 10 anni. A Parigi sar aiuto regista di Alfredo Arias, Lluis Pasqual, Franoise Petit e Maurizio Scaparro. Negli ultimi anni con la sua compagnia Noved-Land mette in scena e recita testi di autori italiani contemporanei, con la complicit di attori italiani che recitano in lingua francese. Duetto il suo primo testo teatrale accolto con entusiasmo dalla critica francese.

Anche Vittoria Scognamiglio, dopo un lungo percorso artistico in Italia nel mondo del Teatro-Danza, si trasferita in Francia dove vive da una ventina danni. Scoperta in Tant quil y aura des femmes di Didier Kaminka, gira film su film : Mima, Le mas Thotime e Le secret de Julia di Philomne Esposito. Sar quindi la volta di Stphane Giusti, che le affider ruoli indimenticabili in Lhomme que jaime, Pourquoi pas moi et Bella ciao. La sua carriera cinematografica continua con Pressentiment al fianco di Jean Pierre Darroussin, e con Cabaret Paradis insieme a Shirley et Dino. In televisione su France 2 labbiamo vista in 4 episodi di Le cri con Rocco Papaleo regia di Herv Basl. Parallelamente al cinema Vittoria ha continuato a fare teatro diretta da Lisa Wurmser, Marcello Scuderi, Gilles Nicolas, Adriano Sinivia e Guy Freixe.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*