Archiviato in | Musica, Spettacolo

CORO LIRICO SICILIANO, CONCERTO E PREMIAZIONE «SICANORUM CANTICA» – INTERVISTE

CORO LIRICO SICILIANO, CONCERTO E PREMIAZIONE «SICANORUM CANTICA» – INTERVISTE

Concerto a Catania del Coro Lirico Siciliano in occasione della settimana musicale agatina. Consegnati i riconoscimenti “Sicanorum Cantica” agli artisti Fiorenza Cossotto, Marcello Giordani, Giandomenico Vaccari e Filippo Arlia.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CORO LIRICO SICILIANO, CONCERTO E PREMIAZIONE «SICANORUM CANTICA» – INTERVISTE

Si è conclusa con successo la Settimana Musicale Agatina, giunta alla sua quarta edizione, prestigiosa manifestazione musicale promossa dal Coro Lirico Siciliano (insignito quest’anno del prestigioso riconoscimento dell’Oscar della Lirica) e dall’Arcidiocesi di Catania, e che si fregia del Patrocinio del Presidente del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Consiglio dei Ministri, del Pontificium Consilium de Cultura della Città del Vaticano, nonché del Patrocinio del Comitato per le Celebrazioni del 150mo anniversario della morte di G. Rossini – Comune di Pesaro. Nella chiesa Badia Sant’Agata si è esibito il Coro Lirico Siciliano, diretto da Francesco Costa, che ha offerto al pubblico che gremiva la sala un recital applauditissimo con le più celebri e immortali melodie dei compositori italiani: Verdi, Mascagni, Bellini, Puccini e un  dovuto omaggio a Gioacchino Rossini con cui sono iniziate a Catania le celebrazioni per il 150mo anniversario della morte del compositore di Pesaro.

Oltre al programma concertistico, quest’anno si è svolta la VII Edizione del Premio «Sicanorum Cantica». Manifestazione prestigiosa che si rinnova ogni anno e durante la quale vengono assegnati i prestigiosi riconoscimenti agli artisti, siciliani e non, che contribuiscono alla crescita culturale artistica della Sicilia. Nel corso delle precedenti edizioni, destinatari del riconoscimento sono già stati, tra gli altri: Dimitra Theodossiou, Pietro Ballo, Denia Mazzola Gavazzeni, Cesare Orselli, Domenico De Meo, Guia Farinelli Mascagni con la Fondazione Pietro Mascagni e Fioretta Mari. L’edizione 2018 ha fatto si che la città etnea si trasformasse in capitale della lirica e della cultura a livello internazionale, grazie ai personaggi famosi che sono intervenuti all’evento. Gli ospiti di fama mondiale hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento assegnato dal comitato del Coro Lirico Siciliano trasformando l’evento in un’autentica festa della musica e dell’opera.

I premiati:

Fiorenza Cossotto, artista che non ha bisogno di presentazioni. Ha esordito alla Scala (1957) nella prima rappresentazione de I Dialoghi delle Carmelitane di Poulenc, produzione cui ha fatto seguito una carriera in crescendo, che l’ha portata ad affermarsi nei più importanti teatri tra i più quotati mezzosoprano del mondo in un repertorio che spazia da La Gioconda a Don Carlos, da Norma a Il trovatore, fino a Il Barbiere di Siviglia collaborando con i più grandi direttori d’orchestra e artisti di tutti i tempi fra cui Gavazzeni, Muti, Von Karajan, Levine, al fianco di Maria Callas, Luciano Pavarotti, Leyla Gencer, Franco Corelli, etc in alcune produzioni e registrazioni che sono rimaste nella storia della lirica mondiale. Nel 2014 è stata insignita del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Marcello Giordani che purtroppo non ha potuto ritirare il riconoscimento in loco, ha calcato i palcoscenici dei più prestigiosi teatri d’opera del mondo, ed è stato acclamato dalla critica internazionale come uno dei più importanti tenori dei nostri giorni. La sua eccezionale versatilità gli ha permesso di coprire un vasto repertorio che va dal bel canto di Bellini e Rossini, al lirismo del repertorio operistico francese, e alle opere di Puccini e Verdi che esigono qualità vocali da tenore lirico spinto. La straordinaria ed intensa carriera lo ha condotto sul palcoscenico di teatri quali Teatro alla Scala, Metropolitan, Covent Garden, Opernhaus di Zurigo, Wiener Staatsoper, Opéra National de Paris, Liceu di Barcelona, Deutsche Oper di Berlino, San Francisco Opera, Arena di Verona, etc. Ha lavorato con direttori d’orchestra del calibro di Daniele Gatti, James Levine, Zubin Mehta, Antonio Pappano e Georg Solti.

Giandomenico Vaccari, figura di spicco nel panorama musicale e culturale, un uomo di polso alla guida della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari. Giandomenico Vaccari, barese di nascita e open mind, di mentalità cosmopolita, vanta un cursus honorum encomiabile, per esperienza maturata sul campo e successi conseguiti grazie al suo impegno e alla sua determinazione. Dal 2005 è Sovrintendente della Fondazione Petruzzelli e Teatri di Bari, ed è stato in passato, solo per citare alcuni tra i prestigiosi incarichi: Direttore artistico Teatro di San Carlo di Napoli (2002-2005); Direttore artistico Teatro Giuseppe Verdi di Trieste (1998-2002); Direttore dell’organizzazione artistica del Teatro dell’Opera di Roma (1997-1998); segretario artistico del Teatro Comunale di Bologna (1991-1995). Ha lavorato con celeberrimi direttori d’orchestra: Gary Bertini, Riccardo Muti, Riccardo Chailly, Christian Thielemann, Jeffrey Tate, Daniel Oren, Roberto Abbado. Ha lavorato inoltre con i registi Luca Ronconi, Robert Carsen, Mario Martone, Toni Servillo.

Filippo Arlia, classe ’89, è un pianista, didatta e direttore d’orchestra. È considerato dalla critica internazionale uno dei più brillanti e versatili musicisti italiani della sua generazione. È anche il più giovane direttore di Conservatorio in Italia. Ha esordito giovanissimo come solista sulla scena internazionale con una tournée europea dedicata a G. Gershwin, compositore al quale la sua carriera è rimasta particolarmente legata fino alla collaborazione nel 2014 con Michel Camilo, ritenuto tra i più importanti pianisti jazz al mondo. Nel 2011 fonda l’Orchestra Filarmonica della Calabria, di cui è Direttore Principale. Come pianista classico e direttore d’orchestra ha tenuto più di 300 concerti come solista e direttore calcando alcuni dei palcoscenici più prestigiosi del mondo come la Carnegie Hall e la Mary Flager Cary Hall di New York, la Sala “Rachmaninov” di Mosca, etc.

Foto e riprese video Davide Sgroi

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook