Archiviato in | Spettacolo, Teatro

LA ZIA DI CARLO IN SCENA AL TEATRO DON BOSCO

LA ZIA DI CARLO IN SCENA AL TEATRO DON BOSCO

Print Friendly, PDF & Email

 

 

LA ZIA DI CARLO IN SCENA AL TEATRO DON BOSCO –

La zia di Carlo. Carlo e Giacomo, due vivaci e brillanti studenti di collegio, in una Oxford di fine ‘800, sono in procinto di dichiarare il loro amore a due graziose fanciulle di buona famiglia, complice l’arrivo della zia di Carlo, donna Lucia De Alvadorez, milionaria brasiliana, che farà da chaperon. Tutto è pronto, ma l’attesissima zia è in ritardo. Questo, in sintesi, il tema, della brillante opera, «La zia di Carlo», di Brandon Thomas, in scena, sabato 3 febbraio, alle ore 17,30 e 21,00 e, in replica, domenica 4 febbraio, alle ore 17,30 e 20,30, al Teatro Don Bosco, a Catania, dalla Nuova Compagnia Odèon, diretta da Rita Nicotra. Lo spettacolo, curato in regia da Carlo Bellante, ruota attorno a Carlo e Giacomo, che vedono sfumare il loro sogno d’amore, quando le due fanciulle,  arrivate all’appuntamento, si dimostrano subito a disagio per l’assenza della signora e, con una scusa, se ne vanno, affermando che torneranno solo dopo l’arrivo della zia. Come fare per non farle fuggire a gambe levate nel sapere che la zia di Carlo non verrà? L’idea viene servita su un piatto d’argento dall’amico dei due, Federico, travestitosi da vecchia signora per una recita. Una perfetta sostituta per la zia.

Inizia così una delle più brillanti e romanzesche commedie di Brandon Thomas, piena di situazioni esilaranti che faranno divertire e sorridere il pubblico di ogni età. Il lieto fine è d’obbligo, ma che succederà quando, all’improvviso, si presenterà la vera “zia di Carlo”?. Sul palco Carlo Bellante, Salvo Zoffoli, Giancarlo Puglisi, Martina Duscio, Monia Giardina, Sebastiano Finocchiaro, Bartolo Giavatto, Giuseppe Caponnetto, Rita Nicotra, Giuliana Santangelo, Federica Scuderi, Angela Ursino, Carmelo Marino.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook