Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

FRATELLINO DI LORIS STIVAL AFFIDATO AL PADRE DAVIDE

FRATELLINO DI LORIS STIVAL AFFIDATO AL PADRE DAVIDE

Veronica non avrà più notizie del fratellino di Loris. Il tribunale di Ragusa motivato la decisione con la detenzione della donna a 30 anni di carcere per l’omicidio del figlio maggiore e con il rapporto conflittuale tra i coniugi.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

FRATELLINO DI LORIS STIVAL AFFIDATO AL PADRE DAVIDE –

Il presidente del Tribunale di Ragusa con un’ordinanza “temporanea e urgente” ha affidato il fratellino di Loris in modo esclusivo al padre Davide Stival. La decisione del Tribunale per i minorenni di Catania risulta in linea con il provvedimento, sulla limitazione della potestà genitoriale di Veronica Panarello. La determinazione non è stata motivata soltanto con la detenzione della donna, che sta scontando una condanna a 30 anni di reclusione per l’uccisione e l’occultamento del cadavere del figlio Loris, di 8 anni, ma anche per «il rapporto conflittuale tra i coniugi».

Il presidente del Tribunale di Ragusa ha anche rigettato le richieste di Veronica Panarello sulla possibilità di essere periodicamente aggiornata sulla crescita e sull’evoluzione del bambino. La donna ha aderito alla richiesta di separazione presentata dal marito. Le parti sono comparse in aula a Ragusa, Davide Stival assistito dagli avvocati Daniele Scrofani e Rosario Calabrese e Veronica Panarello dalla penalista Pia Giardinelli.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook