Archiviato in | Politica, Politica Regionale

SGARBI POTREBBE LASCIARE L’ASSESSORATO, SARÀ CANDIDATO DI FI AL SENATO

SGARBI POTREBBE LASCIARE L’ASSESSORATO, SARÀ CANDIDATO DI FI AL SENATO

Accordo con Berlusconi, Sgarbi potrebbe lasciare l’assessorato regionale e avere un posto sicuro nelle liste di Forza Italia al Senato. La rivelazione delle sue intenzioni durante la trasmissione La Zanzara in onda su Radio 24.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

SGARBI POTREBBE LASCIARE L’ASSESSORATO, SARÀ CANDIDATO DI FI AL SENATO –

Vittorio Sgarbi, assessore regionale ai Beni Culturali resterà in carica in Sicilia ancora per qualche mese. A ribadire che il suo è ‘mandato a tempo’ è stato lo stesso Sgarbi durante la trasmissione condotta Giuseppe Cruciani ‘La Zanzara’ in onda su Radio 24. Lo stesso Sgarbi conferma: «Vado con Berlusconi, mi ha offerto un seggio sicuro al Senato per Forza Italia». Così gli accordi stipulati con Musumeci prima delle elezioni regionali si presentano come opportunità verso candidature e incarichi nazionali.

Il sistema è uguale a quello utilizzato in Sicilia dove vi è stata la promessa a tempo dell’assessorato ai Beni Culturali, solo per convogliare voti alla coalizione. In questo caso la proposta di un seggio sicuro al Senato e Ministero in caso di vittoria del Centrodestra.  Durante l’intervista Sgarbi ha anche detto: «Non presento più la mia lista, Berlusconi non vuole vedere Tremonti nemmeno dipinto, dice che la caduta del 2011 è opera sua» più avanti nella discussione telefonica ha aggiunto: «Accordo fatto, se Berlusconi vince farò il ministro» e ancora continuando la telefonata ha affermato: «probabilmente Tremonti se lo prende la Lega». Quindi, Le notizie date durante la chiacchierata con Cruciani confermano quanto era già in aria anche prima dell’insediamento di Sgarbi alla regione.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook