Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MUORE POLIZIOTTA TEDESCA, INDAGATO IL MARITO –

MUORE POLIZIOTTA TEDESCA, INDAGATO IL MARITO –

In prima istanza si era pensato a un decesso per cause naturali. I Ris hanno trovato in casa tracce di sangue ed ematomi sparsi sul corpo La 58enne si trovava in vacanza a Rodì Milici con il marito.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

MUORE POLIZIOTTA TEDESCA, INDAGATO IL MARITO –

Muore poliziotta tedesca. Sembrava una morte per cause naturali. Poi, gli accertamenti dei carabinieri del Ris di Messina e l’esame del medico legale sono sorti i dubbi. Un poliziotto tedesco in pensione, marito della vittima, anche lei commissario di polizia a Tubinga, è stato indagato, come atto dovuto, dalla procura di Barcellona Pozzo di Gotto (provincia di Messina) per omicidio volontario.

Si chiamava,  Claudia Scholastika Gluecker, 58 anni, e si trovava in vacanza a Rodì Milici, comune in provincia di Messina, insieme al marito Stefan Schaefer Werner di 59 anni. La donna è morta in casa lo scorso venerdì tra le braccia del coniuge, che aiutato dal gestore della casa vacanza in cui la coppia risiedeva da alcuni giorni, ha chiamato i soccorsi. 

Da un accurato sopralluogo, i carabinieri hanno trovato nell’abitazione dei coniugi tracce di sangue e ancora ematomi sul corpo della vittima. Secondo quanto detto dal marito che è difeso dall’avvocato Gaetano Pino, si tratterebbe di postumi dovute a cadute subite dalla consorte, afferma il legale: «Il mio assistito ha risposto a tutte le domande degli inquirenti».

Secondo l’indagato, la presenza di tracce di sangue è imputabile alle precarie condizioni di salute della moglie che nei giorni precedenti alla morte sarebbe caduta. Il cadavere della donna si trova nella camera mortuaria dell’ospedale Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto e si attende l’esito dell’esame autoptico.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook