Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MEDICO E INFERMIERE PICCHIATI A CALTANISSETTA

MEDICO E INFERMIERE PICCHIATI A CALTANISSETTA

Medico e infermiere picchiati. Non contento del trattamento un giovane paziente pregiudicato dopo una concitata discussione si altera e picchia medico e ausiliario, tutto è successo nel pronto soccorso dell’ospedale di Caltanissetta. Pronta la denuncia dei sindacati di categoria: «Intervenga l’assessore Razza».

Print Friendly, PDF & Email

 

 

MEDICO E INFERMIERE PICCHIATI A CALTANISSETTA –

Aggressione Violenta al pronto soccorso dell’ospedale di Caltanissetta. Un medico e un ausiliario sono stati aggrediti con pugni e schiaffi da un paziente. Si tratta di un giovane con precedenti penali che non soddisfatto del trattamento è andato in escandescenze. Ormai non si contano più gli episodi di questo genere. Duro l’intervento del segretario territoriale di Fsi-Usae Federazione sindacati autonomi indipendenti di Caltanissetta aderente alla Confederazione Unione Sindacati Autonomi Europei, Salvatore Ballacchino «Continuano le nostre richieste di intervento» dichiara: «Abbiamo fatto tanto come organizzazione sindacale per sensibilizzare le istituzioni su questa problematica, ma ancora nulla. C’è anche un disegno di legge, n. 2909 ‘Disposizioni per garantire la sicurezza, l’ordine pubblico e l’incolumità di cittadini ed operatori sanitari presso le strutture ospedaliere e i presidi ambulatoriali di guardia medica’, presentato su iniziativa del Senatore Antonio Scavone e di altri 16 senatori». In conclusione Ballacchino spiega: «Abbiamo denunciato più volte a Procure, Questure, Prefetture, assessorato regionale della Salute e a sindaci, la mancanza di sicurezza del personale sanitario nelle strutture sanitarie siciliane. Ribadiamo di volere adesso un intervento dell’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza».

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook