Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale, Lavoro

REGIONE CERCA FIGURE PER CERTIFICARE LA SPESA EUROPEA

REGIONE CERCA FIGURE PER CERTIFICARE LA SPESA EUROPEA

Alla Regione Siciliana scatta la caccia per reperire a quattro funzionari, due istruttori e due collaboratori che si aggiungerebbero ai circa trenta in servizio. Il loro compito sarà controllare la regolarità della spesa dei fondi europei.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

REGIONE CERCA FIGURE PER CERTIFICARE LA SPESA EUROPEA –

Regione in cerca di figure professionali qualificate. L’ufficio della Regione che si occupa di controllare la regolarità della spesa dei fondi europei è in cerca di persone qualificate per potenziare il servizio. Infatti, entro il 2018 dovrà certificare il corretto utilizzo di 700 milioni per rispettare la prima scadenza imposta dall’Europa che altrimenti ritirerebbe gli aiuti. Così è scattata la caccia a quattro funzionari, due istruttori e due collaboratori che si aggiungerebbero ai circa trenta in servizio.

La dirigente del settore Maria Concetta Crivello al Giornale di Sicilia dice: «Siamo fiduciosi sul rispetto della tempistica. Per quanto riguarda il fondo sociale europeo la scadenza è stata già rispettata”. Il reclutamento è ancora in corso, c’è tempo fino alla fine di questa settimana per aderire, ma si basa su un atto di interpello che quasi mai va a buon fine perché richiede l’adesione volontaria del dipendente e il nulla osta del dirigente del dipartimento di provenienza, che difficilmente però si priva di proprie risorse. Questo accade perché la mobilità d’ufficio dei dipendenti entro i 50 chilometri, in vigore a livello nazionale, in Sicilia è ancora bloccata. Anche di questo si discuterà nell’incontro con i sindacati in programma martedì prossimo negli uffici della Funzione pubblica convocato dall’assessore regionale Bernadette Grasso per un “confronto propedeutico all’avvio delle trattative per il rinnovo del contratto dei regionali».

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook