Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

SORPRESO CON PETARDI, VOLEVA INCENDIARE IL PALAZZO

SORPRESO CON PETARDI, VOLEVA INCENDIARE IL PALAZZO

L’uomo Avrebbe cosparso il pavimento di materiale infiammabile e piazzato tre bombole di gas con l’intenzione di incendiare una palazzina. Agli inquirenti ha risposto: «Volevo punire due condomine».

Print Friendly, PDF & Email

 

 

SORPRESO CON PETARDI, VOLEVA INCENDIARE IL PALAZZO –

Scampato Pericolo a Catania in via Castello Ursino. Un sessantenne, Antonino Salvatore Lo Presti avrebbe sparso del liquido infiammabile sul pavimento del proprio appartamento e aperto tre bombole di gas probabilmente con l’intento di far esplodere l’immobile per dei contrasti con due donne che abitano nello stesso stabile. Con questa accusa la polizia di Catania ha fermato Antonino Salvatore Lo Presti, 60 anni. L’uomo è stato bloccato dagli agenti della Squadra Volante per tentato omicidio plurimo e tentato incendio. Quando è stato bloccato all’esterno del palazzo che si trova in via Castello Ursino, aveva ancora in mano dei petardi e un accendino.

L’allarme è scattato, con una telefonata al 112, effettuate dalle due donne. Gli agenti al loro arrivo sul luogo hanno subito individuato e immobilizzato l’uomo. Per motivi di sicurezza dello stabile è stata interrotta l’erogazione dell’energia elettrica. Per l’occasione sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno fatto sgomberare l’edificio e le abitazioni attigue mettendo in sicurezza l’intera area.

Una volta introdotti all’interno dello stabile, i poliziotti, sono entrati nell’appartamento dell’arrestato e si sono accorti della presenza di liquido infiammabile sparso sul pavimento e di tre bombole con gli erogatori del gas aperti. Incuranti delle difficoltà dovute all’aria irrespirabile, hanno bonificato gli ambienti e fatto disperdere la concentrazione di gas nell’edificio, in attesa dell’arrivo dei pompieri. L’uomo è stato condotto in questura dove ha motivato il gesto dovuto a: «vecchi rancori e dissidi di natura condominiale, nutriti nei confronti di due donne residenti nel medesimo stabile». Dopo l’interrogatorio espletate le procedure di rito, Lo Presti è stato arrestato.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook