Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ANZIANA INTERDETTA VOTA IN CASA DI CURA, PROCURA APRE INCHIESTA

ANZIANA INTERDETTA VOTA IN CASA DI CURA, PROCURA APRE INCHIESTA

Dopo la pubblicazione di un video sulla pagina Facebook del meetup M5s di Misterbianco, la Procura di Catania ha aperto un'inchiesta.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

ANZIANA INTERDETTA VOTA IN CASA DI CURA, PROCURA APRE INCHIESTA –

Il caso dell’anziana interdetta che vota in una casa di cura nel mirino della procura di Catania che ipotizza corruzione elettorale e falso. Ma per ora nessun indagato. La denuncia si è concretizzata da un video: “Tutte le preferenze a Sammartino”

I reati ipotizzati dalla Procura di Catania nell’ambito dell’inchiesta sono corruzione elettorale e falso “allo stato senza indagati”. La vicenda è stata attenzionata dopo la pubblicazione di un video sulla pagina Facebook del meetup M5s di Misterbianco che riprende un uomo che va in una casa di cura di Gravina di Catania chiedendo se la madre, interdetta, abbia votato nel seggio speciale lì adibito.

E denuncia: «Come lei hanno fatto votare tutte le altre persone (della casa di cura, ndr), hanno votato a Sammartino». L’autore ha poi consegnato il video ai carabinieri presentando denuncia. Militari della compagnia di Gravina di Catania avrebbero fatto accertamenti anche negli uffici del Comune.

Carmelo Zuccaro, procuratore della Repubblica, per la sua specializzazione, ha delegato le indagini alla Digos della questura di Catania, limitandosi a confermare l’esistenza del fascicolo con ipotesi di reato e che al momento non ci sono iscritti nel registro degli indagati.

Il neo eletto Sammartino, si è confermato il candidato più votato in Sicilia che oltre con 32.000 preferenze si è sempre detto «assolutamente estraneo alla vicenda» dalla quale ha preso «tutte le distanze», annunciando «ricorso le vie legali a sua tutela».

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook