Archiviato in | Politica, Politica Regionale

MUSUMECI SI PREPARA PER LA FORMAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE

MUSUMECI SI PREPARA PER LA FORMAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE

Alla fine della prossima settimana, la Corte d’Appello dovrà confermare l’elezione e proclamare il Presidente e solo dal giorno seguente Musumeci potrà insediarsi a Palazzo d’Orleans, ricevere le consegne e prendere così possesso delle funzioni a lui delegate.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

MUSUMECI SI PREPARA PER LA FORMAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE –

Dopo una breve pausa post elettorale e aver messo da parte le polemiche, il presidente Nello Musumeci e gli alleati inizieranno a entrare nel vivo e confrontarsi sugli assetti della coalizione e sui primi punti in programma. Prima di ufficializzare le decisioni ci sono ancora quaranta giorni, anche se il neo Presidente della Regione non intende perdere tempo per non arrivare a ridosso della costituzione formale della nuova Assemblea regionale, che si insedierà ai primi di dicembre. Però vi sono dei tempi tecnici da rispettare. Quindi si dovrà attendere la proclamazione ufficiale per poter prendere possesso della macchina amministrativa regionale e cominciare a lavorare: ancora c’è tempo fino alla fine della prossima settimana. Quindi, la Corte d’Appello dovrà confermare l’elezione e proclamare il Presidente e solo dal giorno seguente Musumeci potrà insediarsi a Palazzo d’Orleans, ricevere le consegne e prendere così possesso delle funzioni a lui delegate.

Intanto, il presidente eletto si sta riposando al suo paese Militello Val di Catania e probabilmente ci resterà fino ai primi giorni della prossima settimana. Successivamente inizieranno le consultazioni nella coalizione e si applicherà la procedura per l’insediamento. Appena nominato sarà lui ad avere tutte le deleghe che poi distribuirà agli assessori che designerà. Intanto i cittadini siciliani e il mondo della politica s’interrogano sui possibili assessori che occuperanno gli scranni. Una brutta notizia ha scosso l’intera coalizione di centro destra il fatto di cronaca è accaduta ieri di ieri dopo l’arresto del neo eletto deputato Cateno de Luca a Messina. Restano ancora sul tavolo i preaccordi che riguardano la composizione della giunta, ora bisogna comprendere se Musumeci le rispetterà in toto o in parte e quali confermerà o no.

In prima posizione Gaetano Armao, designato vice presidente ed assessore all’economia in base ad un accordo preelettorale. Le sue indicazioni fanno parte del programma di governo del candidato che ha vinto le elezioni e ieri ha già parlato di operazione verità sui conti della Regione.
Roberto Lagalla è il secondo nome ma ancora l’accordo non è chiarissimo, anche se il successo della lista Popolari e Autonomisti, seconda forza della coalizione, dovrebbe essere tale da non lasciar troppi dubbi sulla nomina dell’ex Rettore di Palermo. Lui potrebbe la sedia dell’assessorato per la sanità o, in alternativa, per l’istruzione anche se lui preferisce la prima ipotesi.
Poi si continua con le proposte avanzate dai partiti durante la campagna elettorale. Sempre i Popolari e Autonomisti avevano messo in gioco il nome di Mariella Ippolito, farmacista e presidente provinciale di Federfarma a Caltanissetta.
Forza Italia aveva segnalato Giuseppe Guaiana, ex consigliere provinciale di Trapani. Ancora si deve capire chi sarà l’assessore designato da Lega e Fratelli d’Italia, mentre Musumeci potrebbe portare con se in giunta Giusy Savarino così come annunciato durante una manifestazione. Fin qui il conto potrebbe essere chiaro, sono sette gli assessori probabili, ne restano cinque ancora da designare. Un nome che circola è quello di Antonio Scavone al posto della Ippolito ma ancora sono solo supposizioni. Ora si dovrà attendere i risvolti della vicenda che saranno dipanati in una decina di giorni.
Come ultimo nominativo Gianfranco Miccichè che vorrebbe tornare a fare il Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana. Le incognite per la formazione, ve ne sono davvero molte. Ma gli aspiranti sono tanti e le pressione che arriveranno a Musumeci saranno consistenti.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook