Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATTURATI GLI EVASI DAL CARCERE DI FAVIGNANA

CATTURATI GLI EVASI DAL CARCERE DI FAVIGNANA

Gli evasi dal carcere di Favignana sono stati sorpresi da una pattuglia dei carabinieri. Uno dei tre ha cercato di scappare ancora, ma è stato riacciuffato.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CATTURATI GLI EVASI DAL CARCERE DI FAVIGNANA –

I tre detenuti che erano evasi dal carcere di Favignana sono stati catturati. Il direttore del carcere, Renato Persico ha confermato la notizia del fermo. La cattura grazie a un’operazione congiunta del Nucleo investigativo centrale della polizia penitenziaria e dei carabinieri di Favignana e Trapani. i fuggitivi si trovavano ancora sull’isola.

I tre reclusi, erano evasi nella notte di sabato scorso segando le sbarre della loro cella e calandosi dal muro di cinta del penitenziario di massima sicurezza. Ora sono stati trasferiti a Trapani con una motovedetta. Gli evasi sono: Adriano Avolese, 36 anni, condannato all’ergastolo per omicidio; Giuseppe Scardino, 41 anni, condannato a 15 anni per una serie di rapine violente e per il tentativo di omicidio di un poliziotto a Scoglitti, frazione di Vittoria (Rg), e il suo amico e complice Massimo Mangione, 37 anni, condannato a 12 anni e 8 mesi, per gli stessi reati. Erano in cella insieme da qualche mese. Appena accorti della fuga era scattata la caccia in tutta l’isola. Già dai primi momenti in cui era scattata la ricerca le forze dell’ordine, dubitavano che i tre evasi potevano avere lasciato Favignana, anche perché quella notte le condizioni del mare erano proibitive. Le ricerche si erano quindi concentrate in tutti gli anfratti e i possibili rifugi che offre l’isola.

Uno dei tre, Massimo Mangione, è riuscito a darsi nuovamente alla fuga lanciandosi in mare. A questo punto sono state mobilitate tutte le forze dell’ordine presenti sull’isola, comprese le motovedette della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto che hanno illuminato il tratto di mare. Dopo essere tornato a riva Mangione ha cercato di allontanarsi a piedi ma i suoi indumenti bagnati hanno lasciato le tracce sul terreno: subito dopo è stato catturato dai carabinieri e dalla polizia penitenziaria.

 

.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook