Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CONFISCATI BENI A IMPRENDITORE

CONFISCATI BENI A IMPRENDITORE

Beni stimati in 1,5 milioni di euro sono stati confiscati a Vincenzo Salvatore Rapisarda, vicino ai clan catanesi. I sigilli sono stati posti a società e quote di aziende del settore dell'autotrasporto riconducibili all’imprenditore catanese.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CONFISCATI BENI A IMPRENDITORE –

Su provvedimento emesso dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale etneo gli uomini della Dia di Catania hanno confiscato beni riconducibili all’imprenditore Vincenzo Salvatore Rapisarda, per un valore complessivo stimato in 1,5 milioni di euro. Rapisarda, nel 2015, era stato arrestato nell’ambito dell’inchiesta “En Plein”, della Dda della Procura di Catania, in esecuzione in un’ordinanza del Gip nei confronti di 16 indagati ritenuti affiliati al clan Morabito-Rapisarda di Paternò. Lo stesso nel gennaio del 2016 era stato oggetto di un’altra ordinanza nell’ambito dell’operazione dei Carabinieri denominata ‘Viceré’ per associazione di stampo mafioso e rilevazione di segreti d’ufficio nei confronti di 108 appartenenti al clan Laudani. Il provvedimento di confisca eseguito dalla Dia riguarda una società e quote di partecipazione di aziende operanti nel settore dell’autotrasporto e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di circa 1,5 milioni di euro.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook