Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PENSIONATO UCCISO CON UNA FUCILATA

PENSIONATO UCCISO CON UNA FUCILATA

Un pensionato di 64 anni è stato trovato morto in una strada di campagna dopo che era uscito per prendere della legna. Due piste seguite dai carabinieri. La morte potrebbe essere un omicidio o il ferimento casuale durante una battuta di caccia.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

PENSIONATO UCCISO CON UNA FUCILATA –

Il fatto è successo a Mongiuffi Melia comune in provincia di Messina. Il pensionato Pietro Lo Turco, 64 anni, è stato trovato morto in una strada di campagna di Mongiuffi Melia (Me). L’uomo è stato colpito da un proiettile di fucile ed è morto sul colpo.
L’uomo era uscito di casa per prendere della legna ma non era più tornato. Non vedendolo arrivare i familiari sono andati cercarlo e quando hanno scoperto il cadavere hanno subito chiamato i carabinieri che arrivati sul luogo hanno iniziato i rilievi del caso. Gli investigatori indagano in tutte le direzioni. Secondo i carabinieri potrebbe trattarsi di un omicidio ma anche di un ferimento casuale per un colpo sparato durante una battuta di caccia che ha colpito l’uomo. Oggi sarà eseguita l’autopsia sul corpo del pensionato.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook