Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ANNUNCI FUNEBRI PER IL PENTITO VALERIO ROSANO, MA LUI È VIVO

ANNUNCI FUNEBRI PER IL PENTITO VALERIO ROSANO, MA LUI È VIVO

Scattano le indagini della polizia per diversi finti necrologi indirizzati a Valerio Rosano che da qualche giorno collabora con la magistratura.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

ANNUNCI FUNEBRI PER IL PENTITO VALERIO ROSANO, MA LUI È VIVO –

Necrologi in paese per annunciare i funerali del collaboratore di giustizia, Valerio Rosano, 26 anni. Le locandine sono state affisse sui muri di Adrano, paese in provincia di Catania. L’uomo, figlio del presunto boss Vincenzo, anche lui detenuto. Rosano esponente di spicco del clan Santangelo, condannato a 14 anni di reclusione per droga, è vivo e da alcuni mesi sta rendendo spontanee dichiarazioni alla Procura distrettuale di Catania. Le ipotesi al vaglio degli inquirenti: una minaccia o che la famiglia di Rosano prenda le distanze dal pentito che potrebbe essere quella più credibile.
Gli avvisi segnati a lutto recano una scritta: «I funerali avranno luogo nella chiesa Via della Regione, il giorno 27 settembre alle ore 16.30», è chiaro che all’indirizzo indicato non corrisponde alcuna chiesa, invece è la sede del commissariato della polizia di Stato. I necrologi sono stati già rimossi e sulla vicenda sono in corso da parte della squadra mobile della Questura le indagini del caso.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook