Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

INCIDENTE MORTALE BIANCAVILLA, ARRESTATO CONDUCENTE DEL CAMION

INCIDENTE MORTALE BIANCAVILLA, ARRESTATO CONDUCENTE DEL CAMION

Il conducente del mezzo che ieri ha investito e ucciso un quarantenne di Adrano dovrà rispondere di omicidio stradale.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

INCIDENTE MORTALE BIANCAVILLA, ARRESTATO E LIBERATO CONDUCENTE DEL CAMION –

Il conducente del mezzo che ieri ha investito e ucciso un quarantenne di Adrano dovrà rispondere di omicidio stradale. I Carabinieri della Stazione di Santa Maria di Licodia hanno arrestato nella flagranza un 33enne, di Misilmeri (PA), per omicidio stradale. Ieri pomeriggio era alla guida di un autocarro Iveco e percorreva contromano la S.S. 284 in direzione Biancavilla. All’altezza del km 35 si è verificato l’impatto mortale. l’autocarro ha investito in pieno l’operaio di Adrano, che proveniva dalla corsia opposta alla guida del proprio motociclo. Il corpo dell’uomo è stato trasportato all’obitorio dell’ospedale “Cannizzaro” di Catania per eventuali accertamenti medico legali. Entrambi i veicoli sono stati sequestrati.

 

Una risposta a “INCIDENTE MORTALE BIANCAVILLA, ARRESTATO CONDUCENTE DEL CAMION”

Trackbacks/Pingbacks


Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook