Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CALCI E PUGNI ALLA MOGLIE INCINTA, ARRESTATO

CALCI E PUGNI ALLA MOGLIE INCINTA, ARRESTATO

Giovane pregiudicato è stato arrestato perché ha assalito la compagna anche davanti agli agenti arrivando a picchiare uno di loro. Dopo averla segregata le impediva di uscire di casa e di truccarsi. Gli agenti lo hanno arrestato.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CALCI E PUGNI ALLA MOGLIE INCINTA, ARRESTATO –

Agenti della polizia di Catania hanno arrestato il pluripregiudicato di 22 anni R. J. per maltrattamenti alla moglie incinta di sei mesi. I poliziotti, dopo aver ricevuto una segnalazione, si sono presentati a casa della coppia, dove hanno trovato i giovani coniugi, la madre e la sorella della ragazza. La donna incinta che aveva escoriazioni sul volto e sul corpo, ha riferito che poco prima il compagno, per futili motivi, l’aveva colpita violentemente con calci e pugni. Dopo la dichiarazione della moglie, il pregiudicato è andato in escandescenza e, nonostante la presenza degli agenti, ha minacciato di morte la compagna e i familiari.
Inoltre, dopo aver distrutto alcuni oggetti ha tentato di aggredire nuovamente la donna, sono subito intervenuti i poliziotti, che hanno tentato di bloccare il giovane, che si è scagliato contro uno di loro, colpendolo con calci e pugni. Il 22enne è stato immediatamente bloccato e ammanettato. La moglie è stata accompagnata al pronto soccorso. I medici le hanno diagnosticato una prognosi di dieci giorni. Successivamente è stata accompagnata in questura dove ha formalizzato la querela contro il compagno, riferendo di essere stata già vittima da tempo di aggressioni e comportamenti violenti, dovuti a immotivate gelosie e all’uso di sostanze stupefacenti. Il ragazzo pretendeva che non uscisse di casa senza il suo permesso, non usasse trucchi e vestisse con abiti castigati. Il racconto è stato poi confermato dalla madre e dalla sorella.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook