BILANCIO REGIONE 2016, RESPINTO IL RICORSO

BILANCIO REGIONE 2016, RESPINTO IL RICORSO

Crocetta: «I conti della Regione sono salvi. La Corte di Roma ha respinto l'impugnativa del consuntivo 2016».

Print Friendly, PDF & Email

 

 

BILANCIO REGIONE 2016, RESPINTO IL RICORSO –

Respinto dalla Corte dei Conti di Roma il ricorso per l’impugnativa del consuntivo 2016 della Regione Siciliana. La richiesta era stata avanzata dal procuratore generale di Palermo Pino Zingale dopo che le sezioni Riunite della Sicilia avevano, in seconda udienza, dato il via libera al bilancio contro il parere della Procura. Ha dato la notizia il governatore Rosario Crocetta: «Abbiamo trovato una Regione ai limiti del dissesto – dice il presidente – e consegniamo al nuovo governo un bilancio in attivo, 1.500 opere programmate in Sicilia per gli investimenti, una programmazione europea avviata, un accordo con lo Stato che si traduce in 2 miliardi di euro in più ogni anno per il nostro bilancio. Tutto questo per continuare un processo di sviluppo già avviato. Coloro che in questi mesi ci hanno attaccato sul bilancio, chiedano scusa ai siciliani». In realtà il pronunciamento della Corte dei Conti di Roma non entra nel merito ma si limita a respingere il ricorso del procuratore Zingale senza adire una fase dibattimentale. Nelle sue richieste senza precedenti alla Corte, Zingale aveva attaccato il bilancio 2016 sotto molti aspetti contestandone la veridicità contabile fino a far temere che una eventuale bocciatura potesse comportare un rischio fallimento per la Sicilia.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook