Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

BASTONATE NEL CIMITERO DI CATANIA, AGGREDITI DUE CUSTODI

BASTONATE NEL CIMITERO DI CATANIA, AGGREDITI DUE CUSTODI

Due custodi sono stati aggrediti selvaggiamente da persone che non volevano uscire. Il sindaco Bianco aveva ordinato la chiusura a causa del forte vento.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

BASTONATE NEL CIMITERO DI CATANIA, AGGREDITI DUE CUSTODI –

Il sindaco di Catania Enzo Bianco denuncia l’episodio accaduto del cimitero di via Acquicella, dove due addetti della Multiservizi sono stati presi a bastonate da persone che non volevano uscire: «Un nuovo, grave, inaccettabile episodio di violenza verso dipendenti comunali che volevano far rispettare le regole. A seguito dell’allerta meteo che segnalava il rischio di fortissimi venti anche a Catania, con possibilità di caduta rami – spiega il sindaco – ho emesso un’ordinanza per la chiusura nel pomeriggio di ieri dei parchi cittadini e del cimitero. Proprio lì due dipendenti che stavano facendo rispettare la disposizione sono stati selvaggiamente aggrediti da alcune persone che non volevano uscire». Continua Bianco furibondo: «Bianco è furibondo: «Spero che anche stavolta i responsabili siano individuati. E’ difficile far rispettare le regole nella nostra città. Una minoranza arrogante e incivile resiste e reagisce ma con l’aiuto delle forze di polizia e della magistratura ce la faremo».

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook