Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

SCHIANTO A LIPARI, ALISCAFO FINISCE SUGLI SCOGLI

SCHIANTO A LIPARI, ALISCAFO FINISCE SUGLI SCOGLI

La veloce imbarcazione era partita alle 20.30 diretta a Salina, poi lo schianto. L'incidente è stato causato probabilmente da un problema tecnico. Sette feriti tra i 41 passeggeri: il più grave avrebbe riportato la frattura di una gamba. I 41 turisti e isolani a bordo, sono stati prelevati dai mezzi di soccorso e privati.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

 

SCHIANTO A LIPARI, ALISCAFO FINISCE SUGLI SCOGLI –

Sarebbero sette le persone rimaste ferite nell’incidente avvenuto ieri sera all’aliscafo “Cris M.” della Liberty Lines finito sugli scogli di Monte Rosa a Lipari. Tra le cause probabilmente un problema tecnico. Sarebbero sette le persone rimaste ferite: quello più grave avrebbe riportato una frattura a una gamba, l’uomo è stato portato in ospedale a Messina con l’elisoccorso. Anche una donna incinta ha riportato diverse ferite, ma non si è reso necessario il trasferimento ed è rimasta in pronto soccorso a Lipari. Durante il trasferimento dei feriti sulle ambulanze, nel porto di Sottomonastero, un anziano di Lipari che stava assistendo agli interventi è caduto dal marciapiede sbattendo la testa. E’ stato portato anche lui al pronto soccorso. L’aliscafo si trova ancora sugli scogli di Monte Rosa e non rischia l’inabissamento ma dovrà essere rimorchiato in cantiere per i danni riportati a poppa. L’aliscafo era partito da Lipari intorno alle 20.30 diretto a Salina. I 41 passeggeri, turisti e isolani, sono stati prelevati dai mezzi di soccorso e privati. Il tratto di mare dov’è avvenuto l’incidente è lo stesso dove qualche tempo fa un altro aliscafo si schiantò su una barca turistica. A bordo c’era solo il proprietario che ebbe la prontezza di tuffarsi in mare salvandosi, mentre il natante fu spaccato in due. Nello stesso luogo qualche anno orsono, finì anche un off-shore di un turista che verso mezzanotte, partito dal vicino porto di Pignataro, sbagliò rotta andando a sbattere contro gli scogli. Nel 2016 il comandante dell’aliscafo Cris M, Salvatore Arena, si schiantò con l’aliscafo Masaccio, a causa del forte vento, sulla banchina del porto di Stromboli. Il natante affondò parzialmente. Ricevuto si è attivata subito la guardia costiera che è uscita con motovedette e gommoni. In zona anche diverse imbarcazioni private. La Capitaneria di porto che ha avviato le indagini, ha anche prelevato un medico nel porto di Sottomonastero e subito è stato trasportato a bordo. Dopo l’incidente, la procura di Barcellona Pozzo di Gotto ha aperto un fascicolo d’indagine. La capitaneria di porto sta svolgendo i rilievi. La Capitaneria di porto ha già sequestrato la scatola nera e il ripetitore dell’aliscafo. Gli strumenti saranno analizzati per cercare di capire le cause dell’incidente. Anche l’equipaggio sarà sicuramente sottoposto a interrogato.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook