Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

INCIDENTE SANTA VENERINA, MORTA LA GIOVANE RICOVERATA IN OSPEDALE

INCIDENTE SANTA VENERINA, MORTA LA GIOVANE RICOVERATA IN OSPEDALE

E' deceduta Ambra Pulvirenti, la studentessa diciottenne di Mascali rimasta gravemente ferita in un tragico incidente stradale a Santa Venerina e ricoverata al nosocomio 'Vittorio Emanuele' etneo. Intanto restano stabili le condizioni della quarantottenne di Catania e del quarantanovenne di Mascali ricoverati all'ospedale Cannizzaro di Catania.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

INCIDENTE SANTA VENERINA, MORTA LA GIOVANE RICOVERATA IN OSPEDALE –

Ambra Pulvirenti, la studentessa diciottenne di Mascali rimasta gravemente ferita in un tragico incidente stradale a Santa Venerina è morta in ospedale a Catania. I medici del ‘Vittorio Emanuele’ hanno tentato di strapparla alla morte, ma questa mattina la giovane, è deceduta per le gravissime lesioni riportate martedì scorso, in seguito allo terribile incidente. Il grave sinistro è avvenuto quattro giorni fa sull’asse viario che collega Giarre e Santa Venerina. Nell’impatto violentissimo tra una Bmw serie 3 e una Volkswagen Lupo erano rimaste ferite sette persone, due in condizioni gravi, compresa la vittima. Lo scontro è avvenuto in circostanze non ancora chiare. Sulla dinamica dell’incidente sono in corso le indagini dei carabinieri della Compagnia di Giarre, tra i primi ad intervenire sul luogo: i militari indagano per accertare eventuali responsabilità. La ragazza, era stata trasportata in fin di vita al nosocomio etneo dove era stata operata con urgenza. I medici, durante l’intervento chirurgico, le avevano asportato rene e milza, però nelle successive ore le condizioni della giovanissima si erano sensibilmente aggravate, tanto da sottoporla a un nuovo delicato intervento ma Ambra non ce l’ha fatta. Intanto restano stabili le condizioni della quarantottenne di Catania e del quarantanovenne di Mascali ricoverati all’ospedale Cannizzaro di Catania. La donna si trova nel reparto di Ortopedia con fratture agli arti, l’uomo è stato operato per alcune lesioni interne e resta in prognosi riservata. Nei mezzi coinvolti che sono stati posti sotto sequestro, saranno compiuti tutti gli esami necessari per determinare eventuali responsabilità. Omicidio stradale è l’ipotesi di reato che potrebbe essere applicato al responsabile.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook