Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

FRANCOFONTE, PRESI I KILLER OMICIDIO GALLO

FRANCOFONTE, PRESI I KILLER OMICIDIO GALLO

Fatta luce sull’omicidio di Massimo Santo Gallo, scomparso nel 2002. L’uomo fu ucciso per una faida con la cosca dei Nardo, era vicino al clan Campailla di Scordia. Due arresti.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

FRANCOFONTE, PRESI I KILLER OMICIDIO GALLO –

I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Siracusa avrebbero sono venuti a capo di un omicidio di mafia avvenuto 15 anni fa con il metodo della “lupara bianca”.
I militari dell’arma hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare emesso dal gip del Tribunale di Catania, su richiesta della Procura distrettuale etnea nei confronti di Michele D’Avola, 44 anni, attualmente in carcere al regime del 41 bis, e Fabrizio Iachininoto, 47 anni, con l’accusa di concorso per l’omicidio di Massimo Santo Gallo, 38 anni, scomparso a Francofonte, in provincia di Siracusa, nel marzo del 2002. D’Avola è ritenuto dagli inquirenti il referente del clan “Nardo” su Francofonte, mentre Iachininoto è ritenuto tra i maggiori esponenti del clan Nardo e indicato come uno dei killer più efferati del gruppo mafioso. L’indagine è stata riavviata nel febbraio 2015, in seguito ad alcuni riscontri investigativi dopo le dichiarazioni di un collaboratore di giustizia. Gli investigatori hanno accertato che l’omicidio sarebbe maturato nell’ambito di una faida mafiosa che, nei primi anni 2000, vedeva contrapposti, nell’area di Lentini e Francofonte, in provincia di Siracusa, il clan “Nardo” e il clan “Campailla” di Scordia, Catania, al quale il Gallo era contiguo.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook