Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

COLF RUBA ASSEGNI E DOCUMENTI A UN’ANZIANA

COLF RUBA ASSEGNI E DOCUMENTI A UN’ANZIANA

La ladra con la complicità della sorella ha incassato novemila euro all'insaputa della donna

Print Friendly, PDF & Email

 

 

COLF RUBA ASSEGNI E DOCUMENTI A UN’ANZIANA –

Una donna di 55 anni è stata denunciata con l’accusa di aver rubato ad un’anziana presso la quale lavorava come collaboratrice domestica un carnet di assegni, la tessera bancomat e il documento d’identità e di avere, con la complicità della sorella, 40 anni, incassato 3 titoli per un totale di 9mila euro, buona parte della pensione della sua datrice di lavoro.
La presunta autrice del furto, indagata in passato per furti compiuti con le stesse modalità in altre abitazioni nella quali ha lavorato come colf, deve rispondere di furto. La sorella di ricettazione. L’anziana, che ha poco meno di 80 anni, in un primo momento si era accorta solamente del furto del documento di identità e della tessera bancomat, che aveva denunciato alla Polizia di Stato.
Inoltre, L’anziana donna si era recata in banca per chiedere l’emissione di una nuova tessera bancomat, mentre effettuava l’operazione si è accorta che erano stati incassati tre assegni, uno da 5mila e due da 2mila euro e per questo aveva presentato una seconda denuncia alla Polizia di Stato.
Gli investigatori hanno accertato inoltre che la domestica, dopo essersi appropriata indebitamente degli assegni e documenti, avrebbe consegnato la refurtiva alla sorella, la quale, avrebbe cambiato i titoli in più banche falsificando le firma della vittima grazie anche al furto della carta d’identità. Dopo essere state identificate le due sorelle hanno ammesso le loro responsabilità. Le donne ancora non hanno restituito le somme di denaro sottratte all’anziana signora derubata.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook