Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CANDIDATURA CATANIA A CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA

CANDIDATURA CATANIA A CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA

Continuano i tavoli creativi per progettare la rigenerazione culturale, sociale, politica ed economica del nostro territorio, anche alla luce della candidatura ufficiale di Catania a concorrere per diventare Capitale Italiana della Cultura per l'anno 2020.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CANDIDATURA CATANIA A CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA –

A Palazzo della Cultura proseguono senza sosta i lavori in vista della presentazione del dossier di candidatura del capoluogo etneo a Capitale Italiana della Cultura 2020. Termine ultimo per partecipare al Bando di selezione indetto dal MiBACT (Ministero dei Beni e della Attività Culturali e del Turismo) è il 15 settembre, pena l’esclusione dai successivi procedimenti di selezione previsti dal ministero.
Sono in corso ormai da settimane le fortunate riunioni organizzate dai “SognatoriConcreti” presso i locali di via Vittorio Emanuele 121 messi a disposizione dall’assessorato alla Cultura. Non a caso hanno guadagnato sin da subito l’appellativo di «”stanze della creatività” in cui incontrare i cuori amanti e sognanti dei cittadini catanesi» affinché «costituiscano “tavoli creativi”  [… ]per progettare la rigenerazione culturale, sociale, politica ed economica del nostro territorio» anche alla luce della candidatura ufficiale di Catania a concorrere per diventare Capitale Italiana della Cultura per l’anno 2020.
Indubbiamente si tratta di una sfida stimolante ed ambiziosa nell’ottica di migliorare l’offerta culturale della città, contribuire a rafforzare la coesione e l’inclusione sociale della comunità cittadina, nonché lo sviluppo della partecipazione pubblica, superare ostacoli e barriere di tipo culturale, incrementare la capacità attrattiva e quindi l’aumento dei flussi turistici, promuovere l’innovazione e l’attitudine a fare impresa in campo culturale e creativo.
Attraverso il Bando di partecipazione, il MiBACT punta al sostegno dell’autonoma «capacità progettuale e attuativa delle città italiane nel campo della cultura, elemento fondamentale per la coesione sociale, l’integrazione senza conflitti, la creatività, l’innovazione, la crescita e infine lo sviluppo economico e il benessere individuale e collettivo», in perfetta simbiosi con l’azione UE.
«Come movimento “SognatoriConcreti” siamo felici che il sindaco Enzo Bianco abbia candidato la nostra Catania al bando nazionale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per il conferimento del titolo di ”Capitale Italiana della Cultura 2020”», è il felice commento di Antonello Costanzo, mente creativa dietro ai “SognatoriConcreti”, progetto che punta a costruire «reti-sociali etiche, creative e policentriche per innovare il territorio catanese-siciliano a livello umano, ambientale e tecnologico».
Nonostante la città si appresta a fermarsi in vista del consueto esodo estivo, l’auspicio che «il corrente mese di agosto oltre che per le ferie e per le stelle cadenti di San Lorenzo sia ricordato, nella storia della nostra città, per l’Amore di progettare tutt’insieme una “Catania delle Stelle Ascendenti” …le stelle sono quei cittadini che amano Fare-Sistema, amano fare un’attività specifica, apprendono sempre e SognanoConcreto e in grande».
Del resto «il nome di agosto trae origine dal nome del mese romano “Augustus”: i romani, in questo periodo dell’anno, ricordavano le vittorie dell’imperatore romano Ottaviano Augusto …così, ad agosto, noi catanesi possiamo immaginare e pianificare concretamente le prossime future vittorie del nostro “Sistema Catania per fare Cultura”, che va oltre la competizione del bando per Capitale italiana della Cultura 2020».
«La responsabilità di come va il bene comune è di ogni cittadino – chiosano -, non solo del politico. Ogni cittadino ha un solo leader! che è il suo cuore che ama e “SognaConcreto”! Noi “SognatoriConcreti” vogliamo realizzare la cultura della “sognocrazia” …diamo potere ai sogni del popolo: uniamo i nostri cuori e integriamo i nostri “SogniConcreti”».

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook