Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ORRORE, ACCOMPAGNAVA I FIGLI PICCOLI PER FARLI VIOLENTARE

ORRORE, ACCOMPAGNAVA I FIGLI PICCOLI PER FARLI VIOLENTARE

Il fatto terrificante è successo nel quartiere San Cristoforo a Catania. Madre senza scrupoli accompagnava i suoi bambini di 8 e 14 anni a casa di un anziano di 82 anni che li violentava in cambio di denaro. La notizia si è diffusa nel quartiere e il rione si è ribellato, la donna snaturata è stata accerchiata e minacciata fino all'intervento della polizia.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

ORRORE, ACCOMPAGNAVA I FIGLI PICCOLI PER FARLI VIOLENTARE –

Una madre senza scrupoli che per denaro avrebbe dato in pasto i suoi figli minorenni, una bambina di 8 anni e un bambino di 14 anni, a un anziano degenere di 82 anni che poi li avrebbe violentati sessualmente nella sua casa di via Poulet a Catania. la lurida storia è uno spaccato sconcertante e nello stesso tempo terribile che nasce nel degrado di una famiglia e che accusa una donna, S.R., rinchiusa nel carcere di Piazza Lanza così come l’uomo, L.G., entrambi indagati di violenza sessuale aggravata. Ma il quartiere San Cristoforo in questa occasione non è rimasto in silenzio per coprire questa ripugnante compravendita fatta di abusi e denaro, dopo che la notizia si era diffusa nel groviglio di stradine tra le abitazioni del rione popolare della città. A far scattare le indagini della polizia è stata un’aggressione proprio ai danni della madre dei ragazzini che è stata circondata da un gruppo di persone che l’avrebbero insultata.
Secondo le testimonianze raccolte dagli agenti, sarebbero state le mamme di altri bambini a raccontare che la donna aveva accompagnato i propri figli in casa dell’anziano. Ma è stata poi l’audizione dei minori da parte di uno psicologo, disposta dalla procura, a far scattare i fermi: i piccoli, infatti, con molto disagio avrebbero confermato gli abusi subìti.
Lo scorso 2 agosto, la madre, dopo una notte di ricerche da parte dei poliziotti, è stata rintracciata nella sua abitazione dove era rientrata alla prime ore del mattino, mentre l’uomo è stato arrestato poco prima. Dopo l’interrogatorio di garanzia il gip di Catania ha confermato i fermi emettendo una misura di custodia cautelare in carcere per entrambi gli indagati.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook