Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MUORE CON LA MOTO MENTRE SI RECAVA A LAVORO

MUORE CON LA MOTO MENTRE SI RECAVA A LAVORO

Letterio Micali, 32 anni, si stava recando nel panificio di famiglia a Giardini. L’uomo si trovava a bordo della propria Kawasaki quando a Graniti all'altezza di una curva della strada statale 185 ha perso il controllo del mezzo ed è finito sull’asfalto. Vano l'arrivo dei soccorritori che hanno soltanto potuto constatare il decesso. Il magistrato ha disposto l'autopsia. Residente a Francavilla di Sicilia, lascia la moglie e due figli di due e cinque anni.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

MUORE CON LA MOTO MENTRE SI RECAVA A LAVORO –

L’incidente mortale è avvenuto oggi alle prime luci dell’alba a Graniti, in provincia di Messina. Letterio Micali, 32 anni, conosciuto da tutti come Leo, ha perso la vita mentre era a bordo della sua moto, una Kawasaki a causa di un sinistro avvenuto sulla strada statale 185, all’altezza dell’abitato di Graniti per cause in corso di accertamento ha perso il controllo del mezzo e si è schiantato al suolo.
Secondo una prima ricostruzione, Micali, era intento ad affrontare una curva, quando ad un tratto ha perso il controllo del mezzo rovinando per terra. Fatale l’impatto con l’asfalto. Inutile l’arrivo dei soccorsi con i medici del 118 del servizio di emergenza che hanno solo constatato il decesso. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Taormina. Dai primi rilievi non sembra siano stati coinvolti altri mezzi nell’incidente. Come ogni mattina Micali si stava recando al lavoro nel panificio di famiglia a Giardini Naxos. Era partito da casa a Francavilla di Sicilia. Lascia la moglie e i due figli di cinque e due anni. Il magistrato ha disposto l’autopsia e il sequestro del mezzo. Gli inquirenti indagano per capire se a causare l’incidente possa essere stato un improvviso malore o un guasto meccanico. Sono in corso le indagini del caso per accertare l’esatta dinamica del sinistro e stabilire eventuali responsabilità.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook