Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CONTROLLI DELLA POLIZIA, TROVATI CIBI NON TRACCIATI E SPORCIZIA

CONTROLLI DELLA POLIZIA, TROVATI CIBI NON TRACCIATI E SPORCIZIA

Raffica di ispezioni della polizia in tre noti bar, all’interno dei quali sono state riscontrate carenze igieniche e prodotti di dubbia provenienza. Denunciati e sanzionati i titolari degli esercizi.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CONTROLLI DELLA POLIZIA, TROVATI CIBI NON TRACCIATI E SPORCIZIA –

Continuano i controlli serrati da parte dei poliziotti del commissariato Borgo-Ognina di Catania sulla sicurezza alimentare. Ispezionati tre noti e molto frequentati bar di Acitrezza, posti a pochi metri l’uno dall’altro. Accertamenti anche nei tre laboratori di preparazione di dolciumi.
Nel primo bar sono state riscontrate precarie condizioni igienico-sanitarie all’interno della zona laboratorio. Inoltre, all’interno di un congelatore sono stati trovati alimenti surgelati (“cartocciate”, fragoline, filetti di pollo, brioches e altri alimenti) non contrassegnati come tali nel menù esposto al pubblico. Sono state accertate anche violazioni in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e, nello specifico, è stato rilevato che l’impianto elettrico si trovava in cattivo stato di manutenzione e che l’estintore a polvere non presentava la necessaria verifica periodica; anche i locali spogliatoi del personale erano in cattivo stato di pulizia e insufficienti e alcune attrezzature erano prive di dispositivi di protezione. Carenze igieniche anche per le toilette del locale. Il titolare è stato indagato in stato di libertà per il reato di frode in commercio ed è stato multato di 1.000 euro.
Il secondo bar, anch’esso oggetto dell’ispezione, sono stati trovati prodotti surgelati non indicati come tali nel menù e carne surgelata che, oltre a non essere indicata come tale nel menù, è risultata priva di tracciabilità, cioè in assenza di documentazione attestante l’origine e la provenienza. Tale alimento, inoltre, era stato sottoposto a un processo di abbattimento che non era stato registrato. Anche qui sono state rilevate precarie condizioni igienico-sanitarie nella zona laboratorio e, infine, sono state riscontrate violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. Il titolare è stato indagato in stato di libertà per il reato di frode in commercio e multato.
Il terzo locale oggetto di controlli è stato sanzionato per la mancanza di tracciabilità degli alimenti posti in vendita, ossia la “tavola calda” della quale, pertanto, è stata ordinata la distruzione. E’ stata accertata anche la presenza di 16 dipendenti che al momento del controllo non sono stati in grado di produrre i contratti di lavoro.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook