Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

FERMATI A MESSINA 3 RAGAZZINI I PIROMANI

FERMATI A MESSINA 3 RAGAZZINI I PIROMANI

Gli investigatori della polizia di Messina, hanno scoperto i responsabili dell'incendio che ha bruciato le colline di Fondo Fucile. Tra i ragazzini c'è anche una 14enne. Le loro parole per rendersi conto di aver commesso una stupidaggine.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

FERMATI A MESSINA 3 RAGAZZINI I PIROMANI –

Scoperti tre minori piromani, un tredicenne, una ragazzina di 14 anni e un quindicenne che sono ritenuti i responsabili dell’incendio che sabato pomeriggio ha bruciato le colline dell’area di Fondo Fucile nel Messinese.
Quando sono stati sorpresi dai poliziotti, i minori avevano ancora nelle tasche gli accendini con cui avevano appiccato il fuoco. Li hanno consegnati agli agenti e hanno confessato quando hanno capito di essere stati scoperti. Uno dei tre ha ammesso: “Abbiamo fatto una stupidaggine”. Nessuno ha saputo dare una spiegazione al gesto commesso.
Le improvvise fiamme che velocemente si stavano propagando hanno preoccupato i numerosi cittadini che si erano preoccupati hanno allertato gli agenti che subito sono intervenuti. Alcuni avevano notato i tre ragazzini aggirarsi su per la collina. I vigili del fuoco sono riusciti a bloccare l’incendio e a evitare che le fiamme raggiungessero le abitazioni ai piedi della collina. Il danno comunque era stato fatto. Una vasta porzione di vegetazione è andata distrutta. I tre ragazzini sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per il reato di incendio boschivo e riaffidati ai familiari.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook