Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

OSPEDALE SANTO BAMBINO, AGGREDITO INFERMIERE

OSPEDALE SANTO BAMBINO, AGGREDITO INFERMIERE

Un infermiere dell’ospedale Santo Bambino di Catania è stato aggredito e scaraventato a terra dal parente di una donna colta da malore nella sala d'attesa. Immediatamente è intervenuto un vigilante che ha messo fine all'assalto.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

OSPEDALE SANTO BAMBINO, AGGREDITO INFERMIERE –

Il fatto è successo a Catania e precisamente nella sala del pronto soccorso ostetrico dell’ospedale Santo Bambino del capoluogo etneo. Un infermiere è stato aggredito dal parente di una donna che in sala d’attesa dove era stata colta da malore. Il sanitario che era di servizio era stato avvisato da una guardia giurata e si era prodigato a soccorrere la donna. Mentre era in procinto per prendere la valigetta del soccorso, un parente della donna lo ha spintonato facendolo cadere a terra, incitandolo a sbrigarsi.
L’episodio è avvenuto sabato scorso e lo ha reso noto la Federazione sindacati indipendenti aderente alla confederazione Unione sindacati autonomi europei (Fsi-Usae), che si è complimenta per il “tempestivo intervento” del vigilante e degli agenti corsi in soccorso. L’agente di vigilanza privata ha chiamato immediatamente la Polizia, che è intervenuta sul posto identificando i presenti e scongiurando così che la situazione degenerasse.
Nella nota il segretario territoriale Fsi-Usae Calogero Coniglio ha dichiarato: «Come sindacato ringraziamo il vigilantes e la polizia per la tempestività dell’intervento, che ha consentito di evitare che l’episodio dello spintone – già grave di per sé – degenerasse ancora di più».

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook