Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

TRASPORTAVA BANCONOTE FALSE, BLOCCATO

TRASPORTAVA BANCONOTE FALSE, BLOCCATO

La polizia ha bloccato napoletano con la figlioletta al porto del capoluogo etneo, lui vive a Picanello quartiere popoloso di Catania. L’uomo stava per immettere il denaro falso nella piazza etnea.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

TRASPORTAVA BANCONOTE FALSE, BLOCCATO –

Un uomo con 100mila euro in banconote false è stato fermato a Catania. Si tratta del pregiudicato napoletano Mario Di Maio, 44 anni. Gli investigatori della polizia etnea hanno scoperto che alcuni individui acquistavano nel capoluogo campano banconote false da 20 e 50 euro da immettere nel circuito commerciale di Catania.
Di Maio in particolare, che vive nel quartiere di Picanello, si sarebbe recato a Napoli per comprare un grosso carico di banconote. Avendo appurato che sarebbe rientrato a Catania domenica mattina a bordo di una nave-traghetto proveniente proprio dalla Campania, gli agenti lo hanno aspettato. Una volta sceso dal traghetto gli investigatori lo hanno bloccato al momento dell’identificazione portava con sé due trolley ed era in compagnia della figlia piccola. In una delle valigie, nascoste in carta di giornale tra indumenti ed effetti personali sono state rinvenute 2mila banconote false da 50 euro, per un valore complessivo di 100mila euro. Ogni banconota, era difficilmente riconoscibile rispetto a una vera. Una banconota gli sarebbe costata 6 euro circa.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook